scaglione

Contradditoria, farneticante e irriguardosa, caro Luigi Aiello, è da considerarsi la Tua nota del 7 gennaio, inviata al sottoscritto, nella qualità di Presidente della A.S.D. Folgore, al Signor Sindaco della Città e agli organi di stampa.

Contraddittoria perché pur dichiarandoti “ pronto ad aprire un confronto ecc. ecc.” immediatamente dopo dichiari che “non è possibile dare sostegno a chi ha una visione totalmente diversa della gestione del sodalizio Rossonero ecc. ecc.”.

Farneticante per volerti proclamare dittatore ( mi consentirai la battuta) “con pieni poteri” ancor prima di una investitura a furor di popolo.

Irriguardosa perché mortifichi i sacrifici e la passione di una Dirigenza che da anni, pur tra mille difficoltà che non sono e non sono state solo del nostro glorioso sodalizio, ha mantenuto la categoria dell’Eccellenza.

E’ a tua diretta conoscenza per i nostri informali incontri che nessuno ti ha mai chiuso la porta, soprattutto a te che sei stato un giocatore di questa squadra e a cui, con la rinascita della folgore 2000, venne affidata la gestione tecnica della squadra e il tuo “progetto folgore”.

Non ho mai chiuso le porte a nessuno per un ampliamento della Dirigenza e quindi per una visione più ampia e condivisa delle vicende sportive della Società. Ricorderai dell’invito, avanti al Signor Sindaco di Castelvetrano, fatto a te, quale attuale e, sin da allora “perno pieno” della società A.S.D. Belice Calcio militante in II^ categoria, e a tutte le altre società militanti in III^ categoria, Prater e Belice.

Com’è finito? Tutto in una bolla di sapone perché da sempre chiedi i pieni poteri ( o forse il monopolio del Calcio in Città) senza volerti confrontare e discutere, come stai facendo ora ma con i limiti sopra richiamati, con chi ha certamente commesso degli errori ma è sempre stato animato da buoni propositi investendo denaro con sacrificio, spesso, di interessi familiari.

Parli di valorizzazione di giovani atleti locali!!!! Ti ricordo che già ce ne sono 10 in organico.

Caro Luigi, “Santo” che non promette miracoli, aspetto che convochi un tavolo di confronto. Avrò il piacere di farlo con Te e con chiunque voglia bene (ma non a parole speriamo!!!!) a questa gloriosa società.

Ah grazie degli auguri Luigi, Ti comunico che lavoriamo per questo.

Santo Scaglione – Presidente di A.S.D. Folgore