Doppietta di napoletani sul Palco dell’Ariston per la categoria “Giovani al Festival”. C’è Lele, reduce dall’esperienza di amici, con la sua canzone “Ora spazio mai”. Secondo posto per Maldestro, anche lui originario di Napoli, con “Canzone per Federica”, brano arrangiato dal castelvetranese Maurizio Filardo. Queste le parole a caldo del sindaco Felice Errante:

La vittoria finale non è arrivata, anche se un secondo posto non è certo da disprezzare, ma è arrivato il prestigioso premio della critica e soprattutto il definitivo riconoscimento per il nostro concittadino Maurizio Filardo che, dirigendo una delle più prestigiose orchestre italiane, e con l’ennesima colonna sonora per una delle più belle commedie italiane della stagione si conferma come uno degli artisti più apprezzati in Italia.

Grande Maurizio al tuo ritorno a Castelvetrano, città che continui ad avere nel cuore, sapremo tributarti un adeguato plauso. Perché tu sei una di quelle eccellenze delle quali la nostra città va fiera. E pazienza se qualcuno preferisce esaltare le mediocrità’, noi continuiamo a preferire le eccellenze

Queste invece le prime parole di Maurizio che non nasconde la grande soddisfazione per un festival straordinario:

Sono veramente felice. Siamo andati contro ogni aspettativa. Avevamo molte speranze quando siamo partiti con questo progetto. Partivamo da una base incredibile che si chiama Maldestro o meglio Antonio…

Il mio compito era semplicemente quello di non rovinare le sue canzoni. Oggi siamo qui a festeggiare un festival stupendo per noi e il nostro sogno realizzato quello di portarci a casa il premio della critica…. È successo molto di più perché Maldestro ha vinto una secchiata di premi … Dal premio Jannacci al premio Asso musica e tanti altri….

Non speravamo di riuscire a fare tanto in così poco tempo. Un ringraziamento va al signor Carlo Conti, padrone di casa eccezionale, sempre vicino a tutti in egual misura e con un affetto che da una persona con il suo ruolo magari non ti aspetti. Voglio ringraziare tutti quelli che ci hanno sostenuto con affetto ed entusiasmo. Vi sono debitore. Grazie a tutti Maurizio.