Nel weekend scorso è stato condotto un servizio straordinario di controllo del territorio disposto dalla Compagnia Carabinieri di Castelvetrano.

Durante le giornate di sabato e domenica i militari hanno incrementato ulteriormente il controllo del territorio, effettuando vari servizi al fine di prevenire e reprimere eventuali condotte illecite.
Nella mattinata di sabato i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno operato un arresto in flagranza di reato.

arrestato-castelvetranese

CANGEMI Giovanni, castelvetranese del 1973, già noto alle Forze di Polizia, veniva sorpreso, in questa via Partanna, all’interno di un fondo confiscato a GRIGOLI Giuseppe – noto imprenditore che, come accertato giudizialmente, curava gli interessi economici del latitante MESSINA DENARO – nel bel mezzo di una raccolta di olive “non autorizzata”. Il CANGEMI, difatti, aveva già riempito due ceste di quasi 30kg. complessivi di olive, che era pronto a sottrarre senza l’autorizzazione degli aventi diritto, laddove non fosse intervenuta una pattuglia della Radiomobile a trarlo in arresto, sequestrando il succulento bottino.
L’indagato si trova ristretto agli arresti domiciliari nella rispettiva residenza, a disposizione della Procura della Repubblica di Marsala.

Comando Legione Carabinieri “Sicilia”
Comando Provinciale di Trapani

COMUNICATO STAMPA