Festa della libera - PartannaNell’assenza del rispetto per la vita si propone di commercializzare e diffondere l’uso della RU486 per la realizzazione dell’aborto chimico, in tutte le strutture sanitarie del paese.

Questa molecola fa parte di quei farmaci utillizzabili per la contraccezione d’emergenza, pratica molto diffusa tra i giovani e meno giovani. Essa viene intesa come pratica che vuole impedire la fecondazione, dopo un rapporto non protetto, invece può realizzare già l’aborto, chimico, medico, ma sempre Aborto è. Non tutti ne siamo consapevoli. Vogliamo incontrarci e parlarne.
Interverrà Giorgio Gibertinii, scrittore e giornalista di Avvenire.
A seguire il programma completo..

Madonna della Libera