Il Sindaco, Avv. Felice Errante, a seguito della singolare protesta che, nella giornata di ieri, ha visto protagonista il parroco della Chiesa di Santa Lucia, don Baldassare Meli, a cui hanno fatto seguito delle dichiarazioni alla stampa molto pesanti vuole precisare quanto segue:

don-meli-felice-erranteAvrei preferito non commentare l’ulteriore strumentale protesta di Don Meli, ritenendo che l’ennesima sortita non nascondesse alcuna forma di protagonismo ma che palesasse soltanto il suo modo di tutelare i legittimi interessi dei suoi parrocchiani, cosa che gli abbiamo sempre riconosciuto e che come amministrazione abbiamo con ogni sforzo sostenuto.

Tuttavia non posso rimanere indifferente alle sue infauste ed offensive dichiarazioni che non accetto né da lui, uomo di Chiesa, né da altri- afferma Errante- difatti affermare che io lo avrei velatamente invitato a fare altro, piuttosto che impegnarsi in manifestazioni di protesta, e paragonare il mio dire a quello dei mafiosi ed indegni assassini che si macchiarono dell’efferato omicidio di don Pino Puglisi, mi offende e mi disgusta.

Dedico quotidianamente la mia vita e la mia attività amministrativa e lavorativa alla costante affermazione della legalità e del rispetto delle regole- continua Errante- del che non accetto lezioni nemmeno da don Baldassare Meli. Condividendo in pieno l’impegno del parroco per la comunità dei miei cittadini del quartiere Belvedere, non potrei, però accettare un’eventuale strumentalizzazione della sua persona da parte di gruppi politici che abbiano un preciso orientamento politico lontano dalle nostre posizioni. Mi auguro, infine, che non ritenga Don Meli di potere zittirmi o di condizionare l’azione amministrativa della mia giunta facendo degenerare i toni della polemica.