Per sostenere la gestione dell’azienda Airgest SPA che gestisce l’aeroporto di Trapani-Birgi e di cui la Provincia di Trapani è socio di maggioranza occorrono molti soldi.

Durante la seduta straordinaria dedicata all’Airgest del Consiglio Provinciale, dalla relazione del presidente, Peppe Poma, sono emerse cifre da brivido:

La relazione del Collegio sindacale al bilancio di Airgest per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2011 – ha detto Poma – attesta, fra l’altro, dal 2007 in poi, la crescita esponenziale del disavanzo di gestione nonché la sussistenza di debiti per un ammontare di oltre 16 milioni e 300 mila euro.

Il Collegio sindacale rileva, a questo proposito – ha aggiunto – che questi debiti hanno subito un aumento di 2.147.062 euro rispetto all’ammontare di 14.159.873 dell’anno 2010, allorquando subì un aumento, rispetto all’anno precedente, di 5.826.329 euro.

Sarà difficile fare uscire la società dal rischio di default senza l’apporto di importanti mezzi finanziari come la promessa da 10 milioni di euro fatta dal Governo nazionale a parziale ristoro dei danni subiti in conseguenza della crisi bellica con la Libia che ha comportato il dirottamento a Palermo di una serie di tratte svolte dalla Ryanair.