discaricaGli uomini del nucleo di Polizia Ambientale diretti dall’ispettore Salvatore Macaluso hanno scoperto nella zona dell’ex aeroporto militare in contrada Fontanelle una nuova discarica con notevole presenza di rifiuti speciali e pericolosi, verosimilmente originati dal lavoro di officine meccaniche e carrozzerie. L’area in questione si trova vicina al centro abitato in prossimità della via Marco Rossano.

I Vigili Urbani, avvisati da alcuni cittadini residenti nella zona, hanno trovato di tutto:dalle carcasse di auto, a copertoni,batterie, pezzi di lamiera, paraurti e anche pericolosi filtri di olio e nafta. Insomma un vero sito di abbandono rifiuti abusivo.

E’ grave che attività di questo genere-ha affermato l’ispettore Macaluso- non rispettino le leggi. Sono rifiuti pericolosi che danneggiano l’ambiente e attentano alla salute dei cittadini. Stiamo eseguendo accurati controlli a tutte le auto officine e carrozzerie del territorio per capire chi non rispetta le regole in materia di rifiuti.

I Vigili urbani hanno già iniziato i controlli e chi non sarà trovato in regola, rischia oltre alla sanzione amministrativa anche la denuncia penale. Lazona dell’ex aeroporto da anni è stata oggetto di abbandoni clandestini di rifiuti. In quell’area si può trovare di tutto: dall’amianto a bidoni contenenti sostanze chimiche pericolose.La zona, essendo molto perfierca e abbandonata, si presta purtoppo alla negligenza di tanti vandali dell’ambiente.

La polizia Municipale fa quel che può ma occorrerebbe intanto bonificare l’intera area e applicare delle video camere in grado di intercettare gli abusivi. Da tempo l’area dell’ex aeroporto è oggetto di discussione e diatribe burocratiche tra il comune di Castelvetrano e il demanio militare. In passato è stato effettuato qualche intervento di bonofica ma la zona è troppo ampia e i controlli pochi e quindi , i balordi che non hanno sensibilità ambientale ne approfittano buttando di tutto. Adesso anche le carcasse di automobili e nessuno si è accorto di un gesto cosi visibile. I cittadini chiedono che si intervenga subito nell’area interessata .Il disastro ambientale è dietro l’angolo.