E’ ancora in gravi condizioni la giovane di diciotto anni, caduta la scorsa domenica all’interno del Parco Archeologico di Selinunte

La studentessa di Genova in Sicilia per una gita scolastica, si sarebbe arrampicata sulla “cella” all’interno del Tempio E della collina orientale, quando ha perso l’equilibrio facendo un volo di circa tre metri. La ragazza è caduta sbattendo testa e addome.

Si trova presso l’istituto di alta specializzazione Ismett di Palermo dove è stata trasferita per un intervento. La giovane, infatti, nella caduta aveva riportato delle gravissime lesioni e i medici sono dovuti intervenire per ridurre i danni. Nei prossimi giorni sarà poi ritrasferita a Villa Sofia per essere sottoposta ad un’altra operazione chirurgica, questa volta al volto, visto che nella caduta ha riportato delle fratture maxillo-facciali. La prognosi è ancora riservata.

La diciottenne, subito dopo la caduta, era arrivata al pronto Soccorso dell’ospedale Vittorio Emanuele di Castelvetrano. I medici constatata la gravità delle ferite sono intervenuti per stabilizzare la paziente, intervenendo tempestivamente per fermare un’emorragia interna, con dei problemi soprattutto al fegato. I sanitari, dopo una tac total body, hanno inoltre riscontrato un brutto politrauma facciale e una lesione al polmone.

Sono interventi anche i Carabinieri della Stazione di Marinella di Selinunte che hanno ascoltato gli insegnanti sulla dinamica dell’incidente.

fonte. trapani.gds.it