concorso arma carabinieriLa lentezza, il ‘vuoto’ degli uffici della Regione siciliana finisce sotto la lente d’ingrandimento del Movimento 5 Stelle.

Alcuni parlamentari grillini dell’Assemblea regionale siciliana, Angela Foti, Valentina Palmeri e Sergio Tancredi, si sono imbattuti stamattina nell’ ‘assenza’ di alcuni assessorati regionali non riuscendo a contattare alcun dirigente di servizio.

È accaduto che dopo ripetuti tentativi di rintracciare vari dirigenti che dovrebbero operare negli assessorati, sia ai telefoni fissi che ai cellulari, i citati deputati si sono rivolti al Comando provinciale dei Carabinieri per denunciare l’accaduto.

Un fatto che si ripete sistematicamente da troppo tempo oramai e che non è circoscrivibile al periodo delle ferie agostane, ci riferiscono i parlamentari.

Tra gli assessorati contattati per ragioni istituzionali è incappato anche quello della Formazione professionale, ma in quel caso, non funzionando ancora le linee telefoniche, come già raccontato in altri nostri articoli, sono stati contattati invano diversi dirigenti ai cellulari di servizio.

I parlamentari incappati in questa singolare (o ordinaria?) situazione ci hanno fatto sapere che, a partire da settembre, sarà intendimento del gruppo parlamentare di Sala d’Ercole del Movimento 5 Stelle monitorare costantemente il funzionamento degli uffici regionali per debellare questo malcostume al limite dell’interruzione di pubblico servizio.

È stato ricordato dai richiamati deputati che, tra le attività istituzionali, vi è anche quella degli atti ispettivi, cosa che diviene impossibile effettuare di fronte alle ripetute difficoltà nel contattare gli uffici.