Riceviamo e pubblichiamo lo sfogo di un nostro lettore, Cardinale Calogero:

gettare rifiutiQuesta mattina -ore 09:00 circa- percorrendo la via Uno di Triscina ho sorpreso ben quattro cittadini conferire in orario non consentito il sacchetto della spazzatura in alcuni dei conteniori RSU dislocati lungo l’arteria stradale.

Ho provato a far capire loro che ciò non era corretto e poco rispettoso nei confronti di quanti quei contenitori se li ritrovano davanti le proprie abitazioni costretti loro malgrado a sorbirsi i cattivi odori che da li si sprigionano per via del soleggiamento e del caldo, invitandoli dunque a rispettare l’orario di conferimento.

Due sorpresi forse dalle osservazioni mosse loro sono rimasti inebetiti, uno mi ha chiesto scusa, un altro ancora si è giustificato accampando la scusa del disagio a tenersi in casa i pannolini sporchi del bebè (anche io ho una figlia di due anni e consuma tanti pannolini ma vado comunque la sera a conferire il mio sacchetto).

Purtroppo quelli da me segnalati non sono casi isolati, c’è un diffuso malcostume, nella tarda mattinata molti dei contenitori sono già colmi di spazzatura con tutto ciò che comporta in termini di igiene, decoro e cattiva immagine della borgata. Lancio dunque un appello all’assessore al ramo perchè predisponga mirati servizi di polizia municipale atti a contrastare il triste fenomeno, si è vero purtroppo non risolverà il problema, occorroni infatti educazione, senso civico e rispetto delle regole, darà comunque un segnale. Auguro dunque un buon lavoro e ringrazio anticipatamente per la sensibilità che sono certo non verrà meno.

Cardinale Calogero