Emanuela-Loi-e-la-scortaIeri mattina si è svolta la cerimonia di intitolazione dell’auditorium “Paolo Borsellino ed agenti della scorta”, che si trova all’interno del Baglio Florio, dentro il Parco Archeologico di Selinunte.

Nella targa c’è spazio anche per “Invictus”, la poesia più celebre di un tale William Ernest Henley, poeta, giornalista ed editore britannico, morto nel 1903.

Diversi lettori di questo blog hanno segnalato una grande mancanza, quella dei NOMI dei cinque agenti che persero la vita assieme al giudice, nell’attentato di stampo terroristico-mafioso messo in atto il pomeriggio del 19 luglio 1992 in Via d’Amelio a Palermo.

Il caposcorta Agostino Catalano e gli agenti Emanuela Loi (prima donna a far parte di una scorta e a cadere in servizio), Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.

Probabilmente, queste persone meritavano, più del poeta britannico, un posto in una targa di tanto prestigio, all’interno del Parco Archeologico più grande d’Europa

baglio florio

Emanuela-Loi-e-la-scorta
immagine tratta da www.pourfemme.it