[Comunicato Stampa ataHypsas] L’Associazione Turistico Alberghiera ata-Hypsas, organismo che dal 1999 mette insieme strutture ricettive dell’area selinuntina, per oltre 2000 posti letto, circa il 60% della capacità ricettiva di Castelvetrano – Selinunte, in vista delle prossime elezioni amministrative espone il proprio punto di vista sui programmi futuri degli schieramenti candidati riguardanti la gestione, lo sviluppo e la programmazione del turismo nel territorio di Castelvetrano.

Infatti l’associazione anche in questa occasione non intende schierarsi con un candidato a Sindaco in particolare, ma con chiunque di loro abbia a cuore il futuro del territorio di Castelvetrano-Selinunte ed intenda mettere in pratica le proposte che vengono dalla esperienza maturata (come ad esempio dal Piano Strategico, dal Distretto Turistico, dal Gruppo di Azione Costiera, dalle attività della Consulta del Turismo del Consiglio Comunale ed altro).

Lo sviluppo sostenibile, responsabile ed integrato del turismo nel territorio di Castelvetrano è un tema che non è appannaggio di uno o pochi candidati ma, riteniamo, dovrebbe essere una priorità da parte di chiunque ricoprirà l’incarico di Sindaco nei prossimi anni. Troppi ritardi, interventi non realizzati, scelte mancate stanno minando la crescita qualitativa e quantitativa del movimento turistico nel nostro territorio che perde sempre più di appeal e di interesse, nonostante siamo ancora nella fase dello sviluppo del fenomeno a livello locale. Occorre che tutta la comunità si riconosca in un progetto che non è solo dei singoli operatori ma è l’unica opportunità che questo territorio ha in questo momento storico.

Come già fatto in occasione delle precedenti elezioni amministrative, oltre ad una riflessione sullo stato dell’arte del turismo a Castelvetrano-Selinunte, la nostra Associazione propone ai candidati una piattaforma di proposte concrete per migliorare l’offerta turistica e individuare strategie territoriali idonee a trasformare le opportunità che il settore del turismo offre al territorio di Castelvetrano- Selinunte in risorsa per la comunità e soprattutto per i giovani. Nonostante gli ultimi dati sul’andamento del turismo siano di segno positivo, una analisi più attenta e meno superficiale rivela che non è stato fatto tutto ciò che era bene fare, e il nostro territorio raccoglie meno di quanto potrebbe mentre in altre realtà siciliane i risultati sono stati migliori.

Ma non basta solo la capacità e l’impegno degli operatori privati perché un territorio sia veramente accogliente e turistico. C’è molto da fare ma soprattutto occorre che tutta la cittadinanza e la comunità locale siano partecipi di queste scelte che non riguardano solo gli operatori ma anche il futuro di Castelvetrano, di Selinunte e dei settori produttivi integrati ed integrabili con il turismo, come l’agricoltura, l’artigianato, la pesca, il commercio ed i servizi.

Finchè Castelvetrano non crederà nelle opportunità che il turismo offre al territorio e non realizzerà gli interventi conseguenti, finchè ci si ricorderà delle borgate solo in quei venti-trenta giorni in cui i locali vanno a stare al mare in seconde case che restano chiuse tutto l’anno, finchè ci si ricorda che arrivano turisti solo per imporre loro una tassa di soggiorno per pagare servizi che non servono al turismo di Castelvetrano-Selinunte mentre il territorio manca di tutto e sembra abbandonato, allora è meglio non parlare di turismo come futuro del territorio.

L’Associazione Turistico Alberghiera ata-Hypsas intende affrontare questo tema insieme a tutti gli stakeholders del territorio in un incontro che si intende organizzare a breve, cui saranno invitati tutti gli operatori del settore, la cittadinanza ed anche, i candidati alla carica di Sindaco di Castelvetrano (se riterranno opportuno farlo). Oltre ad analizzare la situazione attuale del turismo nel territorio, si vuole sviluppare una riflessione sul tema a partire dalla scelta se si vuole fare turismo a Castelvetrano – Selinunte, in che modo, con quali strumenti.

Si intende anche elaborare insieme ai partecipanti una lista delle cose che il futuro Sindaco dovrebbe fare per verificare l’interesse e l’impegno dei candidati a realizzarle. Dunque lo scopo è anche quello di proporre una piattaforma di iniziative a sostegno del comparto turistico del territorio. Tanti i temi su cui è necessario intervenire: accoglienza ed informazione, pulizia del territorio (tempi e modi ma soprattutto abbattimento dei costi), collaborazione con l’Ente Parco Archeologico di Selinunte e Cave di Cusa, promozione del territorio, corretto impiego delle somme incassate dalla tassa di soggiorno CHE GLI ALBERGATORI DELL’ASSOCIAZIONE INCASSANO E VERSANO REGOLARMENTE, controllo del territorio, sensibilizzazione ed educazione dei cittadini al turismo, lotta all’abusivismo, lotta al randagismo, mobilità e trasporti, integrazione con le produzioni tipiche agroalimentari e dell’artigianato, con il settore della pesca sostenibile, del commercio e dei servizi, dell’educazione e della formazione, gestione della web reputation della destinazione, gestione innovativa e virtuosa del patrimonio culturale di Castelvetrano e di Selinunte, creazione di servizi innovativi e creativi, e tanto altro ancora.

Sarà, inoltre, importante riprendere il lavoro svolto dalla Consulta del turismo, del Consiglio Comunale, alla quale hanno partecipato tecnici, architetti e operatori al fine di approvare un PIANO REGOLATORE che guardi al turismo e non soltanto allo sviluppo del territorio inteso come abitazioni private.
Negli anni scorsi gli operatori privati dell’associazione hanno ripetutamente proposto alle Amministrazioni pubblica soluzioni sulla gestione in collaborazione di alcuni servizi come la pulizia del territorio, il decoro urbano, la pubblicità ed altro. Ciò al fine non solo di ridurre gli elevati costi di taluni servizi, di favorire una gestione semplificata di questi, anche tramite forme di compensazione dei tributi dovuti, come avviene nelle altre destinazioni turistiche.

Poiché pensiamo che il territorio di Castelvetrano – Selinunte non sia da meno delle altre località turistiche, speriamo si possa mettere in atto una politica che guardi ad una vera collaborazione pubblico-privata che è il solo modo per affrontare il futuro del territorio.

COMUNICATO STAMPA – ataHypsas
Associazione Turistico Alberghiera del territorio Selinuntino

Angela Giacalone – Presidente Ata-Hypsas