Un mese fa il sottoscritto segnalava l’emergenza nazionale “Punteruolo Rosso” ed i rischi economici che questo piccolissimo, ma temibilissimo insetto, avrebbe portato nel Nostro Paese se si fosse continuato a non intervenire sul Territorio con massicce campagne di debellazione del coleottero.

A cogliere immediatamente l’appello lanciato, unico e solo in Italia, è stato il Presidente della IV commissione permanente della Regione Puglia il consigliere regionale Aurelio Gianfreda che ha presentato un’interrogazione all’Assessore all’agricoltura per valutare l’opportunità d’interventi urgenti in materia al fine di porre un argine al fenomeno che comporterà quasi certamente costi sociali di notevole entità se non verrà fermato in tempo utile.

Dopo l’allarme, sono arrivate decine di segnalazioni da ogni parte d’Italia e a mò d’esempio abbiamo deciso di pubblicare alcune foto di due palme di 65 anni d’età che in data odierna sono state letteralmente sradicate da un autogrù con grande rammarico per la famiglia proprietaria, dopo che erano morte a causa del ritardo nell’intervento di salvataggio.


Lecce, 24 ottobre 2010

Giovanni D’AGATA

Componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore”