Ebbene si l’Istituto Alberghiero c’è, e si fa sentire con tutti i mezzi a sua disposizione.
Gli studenti dicono No!!! Ad una politica di austerità, per una scuola libera, gratuita e slegata dalle logiche di mercato/profitto.
Vorremmo far capire che una scuola come la nostra è toccata in primis dai nuovi tagli del governo! L’ Istituto mira alla formazione dell’ uomo e di un futuro cittadino, e ha come scopo quello di formare personale qualificato e specializzato per i vari settori dell’ industria turistica-alberghiera.

Durante l’anno scolastico la scuola sfruttando le capacità organizzative di essa stessa e grazie ai fondi recuperati tra un finanziamento e l’altro, riesce a immettere i ragazzi nel mondo del lavoro, quello reale, quello dove nessuno ti regala niente e ogni promozione o passaggio di grado devi guadagnartelo col sudore del proprio impegno e conoscenza. Conoscenza che verrà a mancare sempre più, mettendo in ginocchio la scuola…

La nostra amata scuola PUBBLICA!

La privatizzazione della scuola e i fondi che stanno vendendo a mancare sempre meno, causeranno un abbassamento immediato degli studenti, nonché un basso livello di istruzione. Non sono tutti i genitori che si possono permettere di pagare svariate cifre al mese per dare la possibilità ai figli di studiare, nonostante siano due persone a portare lo stipendio a casa!!

Cari politici, noi studenti dell’Alberghiero nel frattempo, davanti a tutto ciò non ci sentiamo di renderci complici del declino del Paese. Stiamo attuando già dal 26 Novembre l’ autogestione, sperando che capiate al più presto dello sbaglio che state commettendo. Vi chiediamo di ascoltarci.

LA CRISI NON SI COMBATTE PENALIZZANDO LA CULTURA E L’ISTRUZIONE, MA INVESTENDO SULLA SCUOLA PUBBLICA affinchè ci siano delle menti pensanti e non una massa di capre.

I Rappresentanti dell’Istituto Alberghiero
I.P.S.E.O.A. “VIRGILIO TITONE” e tutti gli studenti indignati.