Nella giornata di venerdì 06 aprile scorso, si è svolto il primo incontro del PARTITO DEMOCRATICO di Castelvetrano con la Commissione Straordinaria per la provvisoria amministrazione dell’Ente: un reciproco scambio di opinioni programmatiche e soluzioni per la gestione dell’Ente comunale, un incontro disteso, serio e soprattutto costruttivo in particolare su alcune delle problematiche della Città, considerate ad oggi le emergenze da affrontare e che necessitano ancora di tanto lavoro ed attenzione.

Il Partito Democratico si è reso, in primo luogo, disponibile ad un confronto costante con i Commissari al fine di trovare soluzioni condivise e partecipate con la cittadinanza per tutti quegli interventi che mirano ad influire sugli interessi economici e sociali e sugli stili di vita della collettività. Una scelta di metodo per accorciare le distanze tra chi al momento amministra il Comune e i cittadini con legittime aspettative. I Commissari si sono dimostrati disponibili a tale ipotesi di lavoro ed hanno dimostrato apertura per la condivisione di idee e progetti, ove realizzabili ed in linea con il mandato ricevuto.

La delegazione del Partito Democratico ha, in secondo luogo, chiesto notizie sulla situazione finanziaria dell’Ente, alla luce della anticipazione ottenuta dal Ministero per far fronte alla necessità di liquidità riscontrata al momento dell’insediamento della Commissione, sulla riorganizzazione degli uffici comunali e del personale (dirigente e precario), sulla delibera di rimodulazione in aumento delle tariffe TARI per l’aumento del costo del servizio, sulla autorizzazione alla mensa scolastica per le scuole primarie e dell’infanzia (servizio atteso e fortemente voluto da famiglie ed insegnanti), sulle risorse della programmazione europea, sull’iter del gemellaggio con la Città di Palermo (Città della Cultura 2018).

Il Partito Democratico ha espresso una valutazione positiva per il gravoso lavoro della Commissione volto al risanamento dell’Ente in un momento tanto difficile per questa comunità.
Appressamento è stato espresso inoltre per la deliberazione in ordine alla disciplina dei diritti edificatori e trasferimento di cubatura con l’approvazione del relativo Regolamento e per la pubblicazione del bando promosso dalla Protezione Civile regionale per la messa in sicurezza ed il consolidamento sismico degli edifici, atti che potrebbero dare un sostegno concreto all’edilizia ed al lavoro.

Ancora ad oggi la situazione finanziaria del Comune rimane complessa e si attende la redazione del bilancio di previsione per potere meglio comprendere le reali risorse a disposizione per l’erogazione soprattutto dei servizi essenziali.

In particolare, l’attenzione si è a lungo soffermata sulla situazione, ai limiti dell’emergenza, della raccolta rifiuti e sulla necessità di incentivare al massimo la raccolta differenziata, anche in ragione di una potenziale riduzione dei costi del servizio.

Al momento l’Ente Comune gestisce la raccolta attraverso la società Dusty in regime di proroga, atteso che l’aggiudicazione provvisoria ad altra ditta, vincitrice della gara a suo tempo espletata, è sospesa in quanto sottoposta al vaglio del Tribunale per l’impugnazione presentata da altra società.
Il Partito Democratico ha, infine, chiesto una maggiore attenzione per le borgate di Marinella e Triscina, in vista ed in tempo utile con l’inizio della stagione estiva: pulizia delle strade e delle spiagge; utilizzo dei cassonetti per rifiuto generico e per rifiuto differenziato in alternativa alla raccolta porta a porta; sistemazione degli accessi al mare a Marinella (in particolare assegnazione dell’area demaniale di via Pigafetta, accesso pubblico alla spiaggia libera sotto il parco archeologico); il servizio farmaceutico stagionale (farmacia succursale) per Triscina; l’organizzazione del mercato settimanale serale nelle borgate.

In prospettiva, inoltre, il PD ha voluto porre l’attenzione sulla situazione dei locali del CEDI, Centro Distribuzione (già del Gruppo 6 GDO oggi dell’Agenzia dei beni confiscati alla mafia) ed ha proposto l’utilizzazione degli stessi quale mercato del fresco, mercato agroalimentare all’ingrosso per l’intero comprensorio del Belice gestito direttamente dal Comune (ad esempio dei mercati generali dei comuni di Palermo o Vittoria) al fine di restituire al Centro Distribuzione la sua funzione economica e tenendo presente anche l’ubicazione strategica del sito.

Il Partito Democratico ha già anticipato la volontà di rendere periodici gli incontri con la Commissione al fine di potere rappresentare le necessità che man mano si presentano e prospettare esigenze e determinazioni, per un costante e costruttivo dialogo con le Istituzioni.

Comunicato Stampa
Partito Democratico
Circolo di Castelvetrano