Stamattina il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Marsala, Annalisa Amato, ha rinviato a giudizio l’ex sindaco Gianni Pompeo accusato di abuso d’ufficio.

L’inchiesta è scaturita da una denuncia presentata dall’ex comandante della Polizia Municipale Marcello Caradonna, sostituito da Pompeo (quando ricopriva la carica di sindaco a Castelvetrano).

Pompeo, congiuntamente al suo legale Giovanni Messina, ha rilasciato questa dichiarazione:

Prendiamo atto della decisione del rinvio a giudizio che rispettiamo, pur non condividendola il giudice ha ritenuto correttamente necessario un approfondimento della vicenda in dibattimento, luogo naturale dove contiamo di dimostrare il corretto operato da sindaco.

Continuiamo, altresì, ad avere massima fiducia nella giustizia, oggi come prima, e in coloro che hanno il grave compito di amministrarla.

L’addetto stampa

Max Firreri