Una terribile notizie scuote gli animi dei castelvetranesi. Ha perso la vita, alle prime ore di questa mattina, la nota artista Lia Calamia. Aveva 62 anni e da tempo combatteva con coraggio contro un male che oggi l’ha strappata dall’affetto delle persone più care e di tutta la comunità di Castelvetrano.

Le sue opere hanno fatto il giro del mondo. A noi piace ricordarla con questa foto mentre si trovava in mostra presso l’Agora Gallery di New York: Unica italiana per una mostra sull’astratto nella Grande Mela, luogo che le aveva rapito il cuore.

Si è occupata per circa vent’anni di arredamento d’interni, affiancando il marito nella sua attività di vendita di mobili prima e nell’arredamento di alberghi dopo. Poi decide di aprire una bottega artigiana per produrre decorativi artistici. Lo fa per riempire un vuoto che dagli anni sessanta, chiusi i laboratori di pittura e di scultura, sussiste nel campo della ricerca del complemento d’arredo su misura, sia classico che moderno. Nella bottega comincia quindi il lavoro di raccolta delle tecniche pittoriche.

Alla produzione della bottega ben presto Lia affianca una produzione propria, speciale, che immette nei circuiti artistici e nelle collettive d’arte. Ha dedicato gran parte della sua vita all’arte, alla formazione e alla solidarietà.

L’agenzia funebre Santangelo comunica che la celebrazione delle esequie è fissata per domani, giovedì 16 febbraio alle ore 15:30 presso la Chiesa Madre di Castelvetrano. Il corteo funebre muoverà dalla casa dell’artista alle ore 15:10.

LEGGI ANCHE
“Calamia e l’insopprimibile esigenza di raccontare”

“Le parole di Lia mi hanno segnato in modo indelebile”

“Lia Calamia ha portato in alto il nome della città”