Luciano Perricone portavoce del movimento “LIBERI E INDIPENDENTI” chiede ai di sbloccare le procedure per le cappelle gentilizie del cimitero di Castelvetrano

Da troppi anni, gli aventi diritto dei lotti cimiteriali ove è possibile costruire una cappella gentilizia, attendono di poter iniziare i lavori per realizzare quanto previsto dal progetto approvato dal comune. Sono 51 gli aventi diritto che, dopo aver acquistato lo spazio cimiteriale tramite pagamento di somme già versate nel 2012 ,attendono ancora la disponibilità definitiva delle aree: E’ importante ricordare che cospicue risorse finanziare da tempo sono state trasferite da questi cittadini al comune e nonostante tutto , gli interessati rimangono ancora in attesa di documenti per poter iniziare i lavori.

Come è certamente a conoscenza dei commissari, 28 legittimi proprietari hanno già firmato il contratto con il comune pagando anche quanto previsto in termini di tributi. Altri 23 aventi diritto, rimangono in attesa di firmare il contratto e di versare circa 120 mila Euro nelle casse comunali, a chiusura dell’accordo. Atteso che, la pratica delle cappelle gentilizie conta ormai di oltre 6 anni di lungaggigini burocratiche e che il recente furto di cavi di rame ha prolungato ancora i tempi di consegna delle aree, allo stato attuale, non si comprende come mai ancora, non riesca il comune a sbloccare definitivamente tutto l’iter ammnistrativo al fine di poter consentire ai cittadini interessati, la costruzione delle cappelle gentilizie attraverso la scelta di ditte private autorizzate .

Oltra all’evidente disagio arrecato agli interessati da interminabili difficoltà burocratiche, la questione interessa anche l’asfittico mercato del lavoro registrato nel comparto edile di Castelvetrano. Poter dare la possibilità a questi cittadini di dare il via alle costruzioni cimiteriali , consetirebbe la creazione di centinaia di posti di lavoro. Una boccata d’ossigeno per un settore che nell’ultimo anno ha visto un calo di fatturato di oltre il 200%. Per tali ragioni ,noi del Movimento Liberi e Indipendenti chiediamo ai commissari di poter attivare ogni possibile procedura al fine di assicurare ai leggitimi proprietari le autorizzazioni per avviare i lavori e poter realizzare le cappelle previste.

Luciano Perricone Movimento Liberi e indipendenti