E’ stato tra i protagonisti assoluti del Vinitaly 2010, riceve grandi consensi per la qualità del suo lavoro e per questo viene invitato a “rappresentare” la cucina siciliana in manifestazioni gastronomiche di prestigio e lunedì 17 maggio, a suggello dell’apprezzamento riscosso, approderà al seguito programma di Rai Uno, “La Prova del cuoco”.

Peppe Agliano, il titolare della “Corte dei Mangioni” è emozionato, ma certamente soddisfatto dell’esperienza vissuta nel corso di questi anni e certo di saper ben rappresentare i sapori e i colori della nostra terra, con la passione che lo contraddistingue, e gli sforzi fin qui profusi, per promuovere la cultura enograstronomica tipica della città.


Alla “Prova del cuoco” andrà interpellato dall’Accademia italiana delle Cucine Regionali Storiche, per rappresentare i prodotti d’eccellenza del nostro territorio: aglio rosso di Nubia, sale marino integrale di Trapani, olio extravergine di oliva DOP “Valli Trapanesi” di Custonaci, pane nero di Castelvetrano, capperi e passito di Pantelleria, Marsala Vergine D.O.C.

Peppe Agliano, che è Delegato provinciale dell’Associazione Professionale Cuochi Italiani nonchè Cuoco dell’Alleanza per la tutela dei presidi Slow Food e biodiversità, sarà ospite del programma Rai curato da Alex Rivelli Sorini, dalle 12.45 alle 13 di lunedì.

Particolare soddisfazione per tale partecipazione viene espressa dall’avvocato Diego Maggio, presidente dei Paladini dei Vini di Sicilia e console per le Isole dell’Accademia Italiana Gastronomia Storica, che ha segnalato, con entusiasmo Agliano all’Accademia delle Cucine: è prevedibile, pertanto, che tra le produzioni destinate alla prova in tv saranno il Marsala e il Passito di Pantelleria.

Arch. Giuseppe Salluzzo