Passeggiata all’interno del Parco Archeologico di Selinunte, dai templi del Colle Orientale alle dune di Malophoros.

Un’altra escursione del progetto promosso da Legambiente Marsala – Petrosino e dalla Cooperativa Silene.

Per chi vive in provincia di Trapani o in Sicilia, l’area archeologica di Selinunte non ha bisogno di presentazioni: della sua grandiosità, della ricchezza e del fascino che rievoca nel visitatore è difficile aggiungere qualcosa in queste poche righe. Di certo possiamo dire che Selinunte fu una stella di prima grandezza tra le città greche della nostra isola. I suoi templi competono con quelli di Atene per dimensioni, e le sue rovine suggestionarono chi le vide secoli dopo la sua distruzione, tanto da prendere il nome di Casale dei Giganti.

selinunte

Parallelamente alla Selinunte archeologica (che tanto ancora ha da rivelare) esiste la Selinunte naturalistica: all’interno del parco archeologico è possibile infatti stupirsi anche per i pregi legati agli aspetti zoologici, botanici e ambientali che si presentano al visitatore.

Sulla parte settentrionale dell’acropoli, frammenti di macchia mediterranea a lentisco ricoprono quartieri abitati dall’uomo duemila anni fa, mentre poco più ad ovest, il fiume Modione (l’antico Selinon) sfocia nel Canale di Sicilia creando un ambiente umido di grande interesse per l’avifauna, soprattutto nel periodo migratorio, e parallelamente alla costa, per un chilometro circa, si estende uno dei più bei sistemi dunali dell’intera Sicilia, con ingressioni fino ad un km e oltre verso l’interno.

Questo sistema dunale un tempo si prolungava ad ovest fino a Triscina, Tre Fontane e oltre, ma di questa oasi naturalistica, eccetto quel chilometro sotto i templi, non rimane che qualche isolato lembo tra i villini. La passeggiata ci permetterà di visitare anche il suggestivo santuario di Malophoros, un sito dedicato a Demetra, luogo di sosta per i cortei funebri verso la necropoli di Manicalunga. Nel corso della giornata sarà possibile dedicare una doverosa pausa per il bagno a mare sotto l’acropoli.

L’appuntamento è fissato per giorno 14 luglio alle 9,30 all’ingresso del Parco Archeologico di Selinunte. Per raggiungerlo da Trapani occorre percorrere l’autostrada A29 ed uscire a Castelvetrano. Da qui le indicazioni stradali per “Selinunte” o “Marinella di Selinunte” conducono con facilità al Parco Archeologico.

Per informazioni e prenotazioni:
inviare una mail info@silenecoop.org legambiente.marsala@gmail.com

oppure contattare
Eduardo Di Trapani, cell 3926502214
Alfonso La Rosa, cell 328 4865271