SULLE ORME DI FEDERICO 2Un viaggio in Sicilia alla ricerca delle tracce che ci ha lasciato Federico II, al di là del mito e della leggenda.

Nella sua breve permanenza nella nostra Isola, Federico II si è particolarmente distinto per le sue campagne militari, per la definitiva conquista della Sicilia e la cacciata o la deportazione degli ultimi Musulmani. Per perseguire questi obiettivi si è impegnato nella costruzione di castelli e fortezze per il controllo del territorio.

L’architettura federiciana dei castelli ha acquisito col tempo una connotazione ben definita. In Sicilia hanno trovato le prime applicazioni ed evoluzioni idee progettuali e realizzazioni che segnano il loro punto massimo nella costruzione del Castel del Monte in Puglia, altra regione federiciana per eccellenza.

Lo scopo del progetto “Sulle orme di Federico” è quello di far conoscere, vivendo il territorio, il patrimonio storico-architettonico che Federico II ci ha lasciato, contribuendo, contemporaneamente, a compiere un’opera di verità e informazione sui luoghi e siti che l’imperatore svevo, su sue precise indicazioni, ha fatto costruire di sana pianta o su quelli che ha ritenuto di trasformare o di rafforzare intervenendo su strutture preesistenti.

Dunque, questo primo itinerario federiciano in Sicilia, partendo dal ricordo e dal mito, che resta ancora forte e affascinante dell’imperatore svevo, vuole avere un approccio storico e scientifico; si pone l’obiettivo di far conoscere ed apprezzare il patrimonio monumentale presente in Sicilia; vuole contribuire alla crescita culturale e formativa dei visitatori. Il programma prevede un tour in Sicilia in alcuni dei luoghi simbolo della presenza di Federico II – con l’organizzazione di convegni, visite guidate, escursioni – per svelarne la presenza, la storia e la bellezza architettonica. In alcuni casi scoprendone le strutture o ristabilendo verità storiche.

Un itinerario di 7 siti (Palermo, Castelvetrano, Enna, Messina, Siracusa, Augusta, Catania), alla ricerca delle tracce storico-artistiche che ci ha lasciato Federico II di Svevia. Ciascun luogo possiede un castello, direttamente correlato all’imperatore che ha dato lustro alla Sicilia. Visite guidate e convegni si alternano, per far conoscere, vivendo il territorio, il patrimonio storico-architettonico lasciato da Federico II

 

Programma – SULLE ORME DI FEDERICO
dal 14 al 25 novembre 2013

 

Giovedì 14 novembre Palermo, ore 17, Palazzo Reale – Sala Gialla, presentazione del progetto “Sulle orme di Federico, un viaggio culturale attraverso la Sicilia”.

Sabato 16 novembre Palermo, ore 10, visita guidata al Palazzo Reale e alla tomba imperiale conservata alla Cattedrale. Appuntamento all’ingresso di Piazza del Parlamento.

Domenica 17 novembre Bosco di Birribaida, escursione naturalistica.
Appuntamento alle ore 8.30 a Palermo, piazzale Giotto;
Raduno alle ore 10 allo svincolo di Campobello di Mazara dell’autostrada A29 (Palermo-Mazara).

Lunedì 18 novembre Castelvetrano
dalle ore 9 alle ore 13, visita guidata al Palazzo dei duchi Pignatelli Aragona, sulle tracce del Castrum Bellumvider.

Martedì 19 novembre Enna
dalle ore 9 alle ore 13, visita guidata al Castello di Lombardia e alla Torre di Federico;
ore 17, Caffè letterario Al Kenisa, conferenza “Federico II e la Sicilia”.

Mercoledì 20 novembre Messina, Chiesa di Santa Maria degli Alemanni
dalle ore 9 alle ore 13, visita guidata;
ore 17, incontro su “Federico II e Bisanzio”.

Venerdì 22 novembre Siracusa, Castello Maniace
dalle ore 9 alle ore 13, visita guidata;
ore 17, convegno “I castelli federiciani: architetture, tecniche costruttive, enigmi”.

Sabato 23 novembre Augusta, dalle ore 9 alle ore 13, visita guidata al Castello.

Domenica 24 novembre Catania, dalle ore 9 alle ore 13, visita guidata al Castello Ursino.

Lunedì 25 novembre Palermo, ore 17, Cappella di Santa Maria l’Incoronata, seminario “Storie e misteri del sarcofago imperiale”.

fonte. federicosecondo.org