pasquale-calamia-castelvetrano

Pasquale Calamia con Antonio Ingroia a Marinella di Selinunte

L’assessore regionale ai Rifiuti Marino ha firmato un decreto assessoriale con il quale nomina il castelvetranese Pasquale Calamia commissario straordinario di Belice Ambiente al posto di Franco Regina il cui incarico è durato appena un giorno. Era succeduto a Leonardo Comiglio, dimessosi dopo pochi giorni dalla nomina.

Nel nuovo decreto si legge che la nomina di Calamia è arrivata a seguito delle dimissioni presentate da Franco Regina il 15 ottobre. Ma su queste dimissioni vi è un giallo. Infatti, allo stesso è stato notificato nella tarda mattinata di lunedì il decreto assessoriale di nomina che avrebbe così firmato. L’indomani, secondo il nuovo decreto dell’assessore Marino, Regina avrebbe presentato le dimissioni.

Nella stessa giornata Regina avrebbe comunicato ai sindaci soci dell’Ato Tp2 e al liquidatore Nicola Lisma l’accettazione dell’incarico dicendo che si sarebbe insediato ieri nella sede di Belice Ambiente a S. Ninfa. Poi, nel pomeriggio di ieri, intorno alle 17, alla società d’ambito è arrivato il nuovo decreto, datato 15 ottobre, con la nomina dell’arch. Calamia.

Secondo indiscrezioni l’avvicendamento di Regina con Calamia sarebbe stato voluto all’interno della Commissione Territorio e Ambiente dell’Ars della quale fanno parte i trapanesi Nino Oddo, Mimmo Turano e Mimmo Fazio. L’arch. Calamia è vice capo di gabinetto dell’Assessorato regionale Territorio e Ambiente e consigliere comunale del Pd a castelvetrano, carica, quest’ultima, che potrebbe essere incompatibile con il nuovo incarico ricevuto.

Francesco Mezzapelle
per La Sicilia