solidarietà

L’indifferenza, figlia dell’attuale crisi di valori e madre della fuga dalla responsabilità sociale, lentamente, oggi, consegna le sortì della comunità civile, con una delega in bianco, verso la morte della partecipazione attiva e responsabile. La cultura del consumo, che mette al centro il guadagno e la logica del mercato, sta riducendo anche l’uomo a merce di scambio e di consumo.

La locale Sezione AIAS e l’Associazione “Con noi e dopo di noi” hanno scelto di tentare di rovesciare questa logica dei valori, dando i valori della Borsa ai valori della Persona, riconoscendo la inviolabile dignità della vita umana qualunque sia la sua condizione economica, sociale, etnica, sanitaria, politica, religiosa.

La promozione del volontariato tra le giovani generazioni come elemento di partecipazione, di cittadinanza attiva e di sensibilizzazione alle problematiche sociali, è, infatti, uno degli obiettivi del Progetto “Libero tempo libero”, condotto in rete, per investire maggiormente in risorse umane, proponendo un modello di scuola dove i principi della convivenza civile possano tradursi in pratiche sociali ed offrire risposte valide contro i pericoli dell’isolamento, dell’emarginazione e delle devianze che emergono dal frastagliato universo giovanile.

La “rete” è stata tessuta e suggellata il 7 marzo 2013 con la sottoscrizione di uno specifico protocollo d’intesa tra la locale Sezione AIAS, l’Associazione “Con noi e dopo di noi”, il Comune ed il Distretto Sanitario di Castelvetrano, il CTRH “Efebo”, il Direttore del Teatro Selinus di Castelvetrano ed i Dirigenti Scolastici degli istituti superiori della nostra città (Liceo Scientifico “M. Cipolla”, Ist. Tecnico Commerciale e Professionale “G,B. Ferrigno”, Liceo Classico “Pantaleo”, Liceo delle Scienze Umane “Gentile”, Liceo Linguistico “P. Pino Puglisi”, IPSEOA “V. Titone”

Il progetto, rivolto agli studenti delle classi quarte e quinte degli istituti superiori, vuole promuovere la figura del “tutor/amico” attivo nell’immediatezza di una reciprocità tra giovani che volontariamente scelgono di aiutare un loro coetaneo in difficoltà (come la disabilità) nei diversi contesti di crescita: scuola, famiglia, tempo libero.
Ed il tutto in uno scambio amichevole tra soggetti che “si prendono cura” ed altri “presi in cura” senza contare su particolari vincoli burocratici, ma facendo affidamento esclusivamente sulle capacità di empatia e sulle risorse interiori di ciascuno.

Il progetto “Libero tempo libero”, che vuole dare una risposta ai tanti giovani che chiedono occasione di impegno personale e risposte ad una forte domanda di senso alla vita verrà presentato nell’incontro pubblico di venerdì, 25 ottobre alle ore 16:00 presso la SMS “Pappalardo”, “Efebo”, piazzale Martiri di Ungheria, Castelvetrano.

L’incontro prevede i seguenti interventi.
• Dott. Francesco Lucido – Sociologo ASP n. 9 di Trapani
“LA DISABILITÀ ATTRAVERSO GLI OCCHI DEI GIOVANi” (Analisi, attraverso la “lettura” delle risposte date da 651 studenti, degli atteggiamenti sociali dei giovani di 16 – 17 anni verso la disabiltà, e del livello di “coerenza” psicologica tra ciò che essi dichiarano e ciò che si rappresentano)
• Prof. Giacomo Bonagiuso – Direttore artistico Teatro SELINUS
“IL PERCHÉ DI UN PROGETTO” (Civismo e solidarietà nella scuola della comunità)
• MESSAGGI DI CHI HA CREDUTO NEL PROGETTO E SCOMMETTE SU DI ESSO

I Dirigenti Scolastici: Dott. Pietro Ciulla, Dott. Francesco Fiordaliso, Dott. Rosalba Montoleone
L’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Castelvetrano – Dott. Francesca Catania
Il Direttore del Distretto Sanitario di Castelvetrano – Dott. Andrea Farina

L’incontro è aperto a tutti.

Il Presidente Ass. “CON NOI E DOPO DI NOI”
Sig. Vincenzo Parrino

Il Presidente A.I.A.S. – ONLUS Sez. di Castelvetrano
Dott. Angela Puleo