La Polizia di Stato di Trapani ha arrestato 8 persone responsabili di furto aggravato di cavi di rame costituenti linee elettriche attive e di interruzione del servizio pubblico di erogazione dell’energia elettrica, nei territori di Castelvetrano, Campobello di Mazara e Sciacca.

Le indagini degli uomini della Squadra Mobile sono partite lo scorso mese di agosto, in seguito alla recrudescenza del fenomeno di cavi di rame da linee elettriche attive che aveva interessato alcune zone della Provincia.


I reiterati furti avevano compromesso il funzionamento degli impianti di distribuzione ed erogazione ed il conseguente rifornimento idrico del capoluogo e di alcuni comuni serviti dalla stessa rete idrica (non ultimo il Comune di Favignana, capoluogo delle Isole Egadi).

Gli indagati di nazionalità rumena, dopo i furti, avevano pianificato un ritorno al loro paese d’origine per evitare eventuali provvedimenti restrittivi nei loro confronti. Le indagini proseguono al fine di individuare altri complici.

Durante l’operazione sono stati sequestrati quasi 4 tonnellate di rame.

clicca qui per i nomi e le foto degli arrestati

fonte. Agenzia di Stampa Asca