Venerdì 5 Maggio ha avuto luogo quello che da moltissimi anni ormai rappresenta l’evento clou dell’anno sociale rotaractiano: il Ristoract 2017. In esso, il service è il protagonista assoluto: non solo il ricavato, come in ogni attività rotaractiana, è devoluto in beneficenza, ma è l’attività stessa in primis ad essere pensata e voluta per soddisfare le esigenze ed i bisogni dei commensali!! La cena viene infatti pensata, preparata e servita personalmente dai nostri soci con la preziosa collaborazione dei più giovani interactiani.

La cena si è tenuta presso la tenuta di “Case di Latomie” della famiglia Centonze che ogni anno si mostra disponibile e sensibile alle nostre iniziative ed ai fini da noi perseguiti. Grazie a loro, anche quest’anno, abbiamo realizzato un grande ed inaspettato risultato.

Per noi è stata una gioia ricevere così numerose prenotazioni ed ottenere una partecipazione tanto sentita, innanzitutto da parte dei soci dei Club Rotaract del nostro Distretto, ma anche e soprattutto dei soci Rotariani e di amici e conoscenti castelvetranesi. Grazie al loro pregevole contributo siamo riusciti a raccogliere una cospicua somma che verrà devoluta, sotto forma di beni alimentari, al progetto Caritas di San Giovanni. Un’intesa che ha avuto inizio già l’anno scorso, come conseguenza dell’accertata povertà che in questi ultimi anni colpisce in misura sempre maggiore il nostro territorio e la sua popolazione.

Negli ultimi anni è stato registrato un aumento considerevole della richiesta di beni e di servizi da parte delle famiglie italiane e straniere. Per questo motivo, convinti che l’emarginazione di un solo cittadino renda più povera l’intera società, è maturata in noi la volontà di intraprendere questo rapporto di stretta collaborazione con la Caritas di San Giovanni. Sentiamo latente il dovere di contribuire direttamente, tramite le consuete modalità di azione rotaractiana, per favorire l’accesso ai beni di prima necessità (cibo e vestiario) da parte di cittadini e famiglie indigenti o in difficoltà economiche presenti all’interno della comunità castelvetranese.

Infine, la gratitudine incondizionata si rivolge ai soci del Club Castelvetrano Valle del Belice, senza i quali questa attività, e chiaramente tutte le altre portate avanti durante l’anno, non avrebbe mai potuto concretizzarsi. Si sono impegnati senza remore, sacrificando impegni e progetti, nonché momenti liberi, per essere a disposizione degli altri, incarnando ancora una volta l’essenza dell’ideale rotariano “service above all” che sempre deve guidarci ed ispirarci.

“Il valore delle idee, il coraggio delle azioni”

Valentina La Rocca