ordigni selinunte

foto di un ordigno inviata da Leonardo Agueli

Dopo alcune segnalazioni pervenute presso il Comando della Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo, circa la presenza di possibili ordigni bellici a Marinella di Selinunte, il Capitano Davide Accetta, ha firmato un apposita ordinanza per le verifiche a cura degli artificieri.

GLi ordigni si troverebbero in due zone: una ad ovest del porticciolo e precisamente nelle acque antistanti il pennello a mare; ed un’altra nella battigia compresa tra la località Acropoli ed il Lido Zabbara.

Nello specifico, a cominciare dalle ore 08.30 di venerdì 30 Agosto e fino a tutta la mattinata di martedì 3 settembre l’arenile e la zone di mare antistante i siti interessati saranno interessati da operazioni di investigazione e successivo brillamento di ordigni bellici da parte di personale specializzato del nucleo SDAI della Base Navale M.M. di Augusta

Nell’ordinanza del 29 agosto si legge inoltre:

PRIMA FASE: INDIVIDUAZIONE DELL’ORDIGNO

ART. 1) Nella zona di mare interessata alle operazioni di localizzazione/identificazione dei presunti ordigni bellici, è vietato il transito, la sosta, l’ancoraggio, ogni tipo di attività subacquea, la pesca ed esercitare qualsiasi altro tipo di attività, in particolare la balneazione per un raggio di circa 300 metri;

SECONDA FASE: INTERVENTO

Previo accordo con il responsabile delle operazioni del Nucleo SDAI, dopo la rimozione i presunti ordigni saranno trasferiti in un sito di inutilizzazione che sarà individuato al momento;

ART. 2) Le unità in transito prestino massima attenzione alle eventuali segnalazioni fornite da parte delle Unità Navali della Guardia Costiera presenti in zona per il controllo e lo sgombero dell’area in questione;

ART. 3) I contravventori della presente Ordinanza, che entra in vigore immediatamente, saranno puniti ai sensi della vigente normativa e, salvo che il fatto costituisca più grave reato, ritenuti responsabili civilmente e penalmente dei danni arrecati alle persone o cose derivanti dall’inosservanza del presente provvedimento;

ART. 4) E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e fare osservare le norme contenute nella presente Ordinanza.