ordigno bellico

foto d’archivio

Alcuni ordigni bellici, probabilmente risalenti alla II Guerra mondiale, martedì pomeriggio sono stati fatti brillare nel mare di Selinunte dagli artificieri del Nucleo Sdai della Marina militare di Augusta.

Il ritrovamento era avvenuto il 3 maggio. L’operazione è stata condotta con l’ausilio degli uomini della Capitaneria di porto di Mazara che dal momento del ritrovamento hanno assicurato la vigilanza del posto con vigili urbani, carabinieri, poliziotti e finanzieri.

Dal Compartimento marittimo raccomandano a chi dovesse imbattersi sia sulla spiaggia sia in mare in residuati bellici di non toccarli e di avvertire subito la Guardia costiera telefonando al numero Blu 1530 o ai numeri 0923-672111, 0923-948908, 0923-946388 e 0923-946471.

di Margherita Leggio
per La Sicilia