spaccio castelvetrano“Gnam gnam”, così le chiamavano. I Carabinieri del NORM di Castelvetrano hanno tratto in arresto, nella giornata di ieri, tre giovani spacciatori del posto: Favara Emanuele, 23enne pluripregiudicato, Nieli Giuseppe, 21enne incensurato, ed una ragazza 17enne, fidanzata di uno dei complici. L’operazione ha consentito di sequestrare centinaia di pasticche di extasy, cocaina, eroina, marijuana, hashish e diverse centinaia di euro.

Nel gergo, gli acquirenti chiamavano le pasticche di extasy “gnam gnam”. Il traffico di stupefacenti sta assumendo, nella giurisdizione, dimensioni preoccupanti, interessando giovani di tutte le età ed è ormai diffuso anche nelle scuole. Lo “sballo” va oltre la ricerca di un divertimento diverso nelle discoteche o nelle serate del fine settimana, l’uso degli stupefacenti sta diventando, per alcuni giovani, una consuetudine

Questo è uno degli elementi più gravi che emergono dall’indagine “Gnam Gnam” dei Carabinieri di Castelvetrano, i giovani tenuti sotto controllo nel corso dell’attività facevano uso di queste sostanze in qualsiasi momento della giornata.

I tre spacciatori erano riforniti di ogni tipo di stupefacente, extasy, cocaina, eroina, maryuana ed haschisch, non mancava nulla. A questo va aggiunto che la sostanza era talmente tagliata e di bassa qualità che questo li metteva in condizione di vendere a prezzi più che accessibili. Alcuni giovani acquirenti, pur di comprare lo stupefacente e non rimanere “indietro” rispetto agli amici, si sono resi responsabili di furti di oro ai danni dei propri genitori, rivendendoli ai negozi del centro in cambio di piccole somme di denaro.

Tra gli accertamenti che vedranno impegnata l’Arma nei prossimi giorni, ci saranno anche gli esercizi commerciali che ritirano l’oro usato dai privati, al fine di verificare che si accertino sia dell’età di coloro che vendono l’oro, sia, per quanto possibile, della provenienza lecita dello stesso.

spacio-castelvetrano-big.jpg