Operazione antidroga tra la Sicilia e la Campania in cui sono finiti in carcere numerosi esponenti di spicco di cellule malavitose palermitane e partenopee, costituenti un’unica joint venture criminale specializzata nel traffico illecito di stupefacenti del tipo cocaina, eroina, hashish e marijuana.

Nell’operazione di oggi, in cui sono finiti in carcere 24 persone su 26 indagate, sono stati impegnati un centinaio di uomini della Squadra mobile di Palermo insieme ad unità cinofile e pattuglie del Reparto prevenzione crimine.

Gli arresti hanno, di fatto, smantellato la linea di comando e le fila di due gruppi criminali locali, uno dei quali collegato ad una parallela organizzazione napoletana, che lo riforniva di droga.

Uno di questi gruppi si occupava dell’importazione, da Napoli al territorio siciliano, di ingenti quantitativi di cocaina ed eroina, principalmente destinati a rimpinguare le scorte dei grossi trafficanti locali; questi, a loro volta, rifornivano gli intermediari, deputati, invece, ad approvvigionare sia i mercati del Capoluogo isolano, che le località di Mazara del Vallo, Marsala, Alcamo, Castellammare del Golfo e Palma di Montechiaro.

Dopo i primi sequestri di droga, però, il gruppo partenopeo, aveva attivato un altro canale di smercio in favore di un secondo clan legati ad esponenti della locale compagine mafiosa della Guadagna.

Tale ulteriore canale di approvvigionamento di droga era stato documentato attraverso il sequestro di 3,7 chili di cocaina e di 500 grammi di eroina, per l’occasione trasportato da due donne napoletane, arrestate in flagranza nel corso delle indagini.

Un altro gruppo criminale era, invece, capitanato da un uomo già arrestato nel 2009 per reati di mafia, che attraverso alcuni dei suoi più stretti familiari importava in Sicilia hashish destinato ai mercati di droga di Palermo, di Villabate e Misilmeri. Quest’ultimo asse di traffico illecito era stato colpito dagli investigatori dell’antidroga nel 2013 con un maxi sequestro di droga proveniente dalla Romagna, occultato nel doppiofondo di un camion carico di patate.

Complessivamente, nel corso delle investigazioni la Squadra mobile palermitana è riuscita ad intercettare e sequestrare circa 13 chili di cocaina, 700 grammi di eroina, 425 chili di hashish e 1chilo di marijuana.

Ad uno degli esponenti di spicco dell’organizzazione criminale sono stati sequestrati beni per circa 1 milione di euro, tra cui una lussuosa villa alle porte di Palermo.

Comunicato Stampa – Polizia di Stato