palermo - palazzo dei normanniL’Ars ha dato dimostrazione di efficienza e qualità: abbiamo approvato due leggi importanti che segnano una svolta in settori centrali della vita pubblica regionale, penso che oggi i siciliani possano essere soddisfatti del loro parlamento. Il governo merita un plauso per avere tenuto la barra dritta, e bisogna riconoscere che il PD ha fatto fino in fondo la propria parte: in aula e in commissione abbiamo contribuito a migliorare i provvedimenti.

Lo dice Baldo Gucciardi, presidente del gruppo PD all’Ars, a proposito dell’approvazione avvenuta oggi all’Ars dei due disegni di legge su “contributi ad enti e associazioni” e “antiparentopoli”.

Con il ddl sui contributi ad enti e associazioni – aggiunge Gucciardi – chiudiamo finalmente la pagina della Tabella H e degli interventi ‘ad personam’, avviando un percorso fatto di criteri rigidi e trasparenti che assegnano il sostegno pubblico solo ai soggetti che davvero lo meritano.

Con il ddl sulle incompatibilità e ineleggibilità – prosegue – facciamo segnare una novità che può essere un punto di riferimento normativo a livello nazionale: si pone un confine fra l’attività istituzionale di un deputato e i propri interessi economici, se questi hanno a che fare con la Regione. Una legge necessaria e attesa: un buon segnale da parte del parlamento regionale.