Si ricorda che, questa sera alle ore 21 ,andrà in scena “Scabbia” nell’ambito della stagione teatrale, diretta dal prof. Giacomo Bonagiuso.

Scritta e diretta dallo scrittore e medico castelvetranese Rino Marino, l’opera prende spunto da un prurito incoercibile e divorante. Il tarlo dell’ipocondria che si insinua subdolamente in ino dei due manovali, casualmente coinvolti a condividere la squallida camera di una pensione d’inverno, fino a trascinare l’altro in un vortice delirante ed ossessivo, che non esita a culminare in frequenti eccessi di manifesta comicità.

Un atto unico in dialetto che vedrà impegnati in una prova di bravura Tano Bandiera e Gaspare Giurlando per la regia di Rino Marino.

Lo spettacolo andrà in scena in replica anche venerdì sempre alle 21

Infoline 0924.909610- 611, oppure 0924.907612; il biglietto d’ingresso sarà di € 15 per poltrona e palco centrale, € 12 per palco laterale ed € 8 per il loggione

Nota bibliografica su Rino Marino
L’autore è nato a Castelvetrano 43 anni fa. Laureato in Medicina e Chirurgia, presso l’Università degli Studi di Palermo e specializzato in Psichiatria. Ha frequentato diversi laboratori teatrali. Dirige la compagnia teatrale “Sukakaifa”, composta da pazienti con disagio psichico. Dal 2001 recita nelle compagnie di Paolo Graziosi e Carlo Cecchi.
Ha pubblicato: “Contravveleno, Teatro Siciliano” (Navarra Editore, Marsala, 2008). Ha scritto anche le seguenti opere teatrali: “Non fiori ma opere di bene”, “Lo zompo der grifone”, “E lucean le stelle”, “Il settimo giorno non riposò”, “Scabbia”, “La nave dei lunatici”, “Lunario”, “Il ciclo dell’atropo”, “La consegna”.