senso-unico.jpg

Il Sindaco della città di Castelvetrano, Dr. Gianni Pompeo, ha presieduto una conferenza di servizio per valutare una eventuale rimodulazione del divieto di accesso in piazza Escrivà.

Nei giorni scorsi, infatti, era pervenuta all’Amministrazione una petizione, indetta dall’Associazione l’Urlo di Castelvetrano che è presente anche con un proprio blog su internet, con cui mille cittadini castelvetranesi hanno espresso il loro dissenso al predetto divieto d’accesso.

Va precisato che l’ordinanza sindacale che prevedeva il divieto di accesso alla centralissima piazza porta la data del mese di luglio del 2008, e venne disposto per arginare l’annoso problema del traffico caotico che si generava in quella piazza a causa del notevole afflusso di autovetture che vi transitavano, molte anche quasi meccanicamente per passare poi dal corso principale, la via Vittorio Emanuele, e dalla contemporanea presenza della fermata degli autobus di linea, e di qualche vettura lasciata magari in sosta vietata.

Per arginare quel fenomeno si decise quella soluzione che poi, alla luce anche di qualche piccolo correttivo come l’allargamento delle fasce orarie di percorrenza, e la segnalazione di percorsi alternativi, ha dato i riscontri auspicati e va detto che anche molti residenti hanno, dopo qualche disagio iniziale, apprezzato la nuova viabilità.


A seguito della ricezione della petizione, il primo cittadino ha voluto convocare un apposito incontro per valutare alcuni eventuali accorgimenti da poter apportare. Dopo un’attenta analisi delle varie ipotesi, fermo restando l’assoluta volontà di mantenere il divieto di accesso, il sindaco ha dato mandato all’ing.Taddeo di condurre un indagine di mercato volta all’acquisto di un semaforo manuale da collocare all’incrocio con la via Quintino Sella.

Detto impianto semaforico sarà azionato manualmente dal comando di Polizia Municipale, distante poche centinaia di metri in piazza Matteotti, ed a seconda delle ore di maggior afflusso di traffico veicolare sarà posto sul verde o sul rosso e consentirà quindi una migliore gestione del traffico. Nelle more dell’acquisto del semaforo sarà meglio evidenziata, con una serie di cartelli nella via Roma e nelle immediate vicinanze, la presenza del divieto di accesso e gli orari di percorribilità.

Nella fattispecie va ricordato che attualmente l’accesso alla piazza è interdetto dalle 09 alle 13 e dalle 16 alle 21, mentre la piazza è percorribile dalle ore 21 della sera alle 09 del mattino successivo e dalle 13 alle 15, quindi per ben 14 ore al giorno si può accedere alla piazza Escrivà.