Notte Bianca a Castelvetrano - Anna TatangeloSpesso si passano le notti in bianco senza riuscire a dormire… perchè non far nascere da questa locuzione una festa? Ecco che senza bisogno di ulteriori spiegazioni sono state messe sul palco manifestazioni che proprio da questa banale spiegazione prendono spunto per creare le NOTTI BIANCHE.

Eventi organizzati con il desiderio che il paese quella notte non dorma ma che viva e si accenda di lustrini per tutta la sua durata. Castelvetrano è riuscita ad accendersi sabato notte regalando a tutti gli abitanti e non solo uno scenario e uno spettacolo degno di chi non conosce il sonno. La notte tra il 20 e il 21 giugno il nostro paese è stato addobbato per dare per la prima volta la possibilità a chi lo ha voluto di assistere ad eventi ed avvenimenti del tutto inusuali per un paese che il sabato notte è popolato solo da giovani che girovagano per locali.

Tutto inizia nel tardo pomeriggio, grazie all’iniziativa di una associazione “La Rivista” che spinta dall’amore per il paese dà vita alla “Prima notte bianca di Castelvetrano”, i negozi che hanno aderito all’iniziativa rimangono aperti per tutta la notte e nelle strade si alternano spettacoli di bande gruppi musicali e personaggi che animeranno le strade.

Il grande evento è culminato nel sistema delle piazze dove un grande palco ha accolto artisti molto interessanti oltre la grande Anna Tatangelo. Lo scenario agli occhi dei migliaia partecipanti a questa serata è stato uno scenario degno di una città che sa organizzare e vivere uno spettacolo tanto importante grazie anche al grande aiuto dell’amministrazione che ha saputo coadiuvare l’idea dell’associazione e renderla realtà.

Immediatamente ci si è resi conto che l’innumerevole folla che invadeva il centro storico era di gran lunga superiore alle aspettative, per questo piccoli incovenienti non sono mancati, ma il paese ha respirato la luna per quella notte, la gente ha guardato il paese sotto un cielo di stelle che aveva l’aria di essersi vestito per andare ad un evento troppo importante.

Fiumi di gente hanno attraversato le strade del nostro piccolo centro, gente sconosciuta gente che ha scelto per quella sera di vedere brillare Castelvetrano che ha accolto gli artisti per regalarli ai suoi ospiti che per quella notte lo avevano preferito ad altri impegni o semplicemente preferito ad un sogno.

La nostra notte bianca ci ha regalato per una sera il piacere di sognare senza andare a dormire.

Patrizia Vivona

Alcuni scatti della serata..