Questa mattina, su una cabina lungo la statale 115, che collega Campobello di Mazara a Mazara del Vallo sono comparse due scritte inneggianti a Matteo Messina Denaro.

Un contenuto inequivocabile e chiaro: “Matte M. Dena. Se può mi dia una mano. Il signore la conserva a lungo in salute e con amore. Con lei sempre”.

In un altra facciata della cabina, un’altra scritta: “Matte M. D. Grande”. Le scritte, a caratteri maiuscoli perché non passassero inosservate, non sono ancora state rimosse e sono visibili a tutti i passanti.

murales-messina-denaro

Le scritte apparse oggi sulla strada statale 115 nei pressi di Castelvetrano inneggianti al boss Matteo Messina Denaro sono il segnale preoccupante del consenso di cui gode il capo di Cosa nostra”.

Lo dice il senatore Giuseppe Lumia, componente della Commissione parlamentare antimafia.

“L’unica risposta che bisogna dare – aggiunge – è la sua cattura ed il suo isolamento. Un isolamento che deve partire da uno Stato capace di recidere il sistema delle collusioni presenti al suo interno, dal mondo delle imprese attraverso la denuncia del racket delle estorsioni, dalla società civile e dalle comunità locali che rifiutano la cultura mafiosa, e perchè no dagli stessi familiari di Matteo Messina Denaro”.

“Matteo Messina Denaro – conclude l’esponente antimafia del Pd – è un boss che ha devastato e che continua a devastare l’economia e la vita civile del territorio, ostacolandone lo sviluppo e impedendo il benessere dei cittadini”.

matteo messina denaro murale