Il gruppo di attivisti del M5S di Castelvetrano-Selinunte vuole dare il proprio contributo in termini di idee, proposte, se necessario anche critiche sempre costruttive, al bene della collettività locale.

Ovviamente l’Amministrazione Comunale è per noi l’interlocutore principale, seguito dalle associazioni, dagli altri Enti Locali, dalle scuole, dal mondo produttivo. Crediamo che il Comune oltre ed essere erogatore di servizi al cittadino possa e debba costituire sede di incontro e soggetto attivo per ogni iniziativa diretta o indiretta (coordinamento e stimolo di soggetti esterni) che possa determinare progresso, in senso lato, per la collettività.

 

Nell’interesse generale ci mettiamo, inoltre, a disposizione dell’Amministrazione Comunale per fornire ogni ulteriore contributo ci venisse richiesto, nei limiti della competenza, della capacità, dell’esperienza umana e professionale e del tempo di cui ciascuno di noi dispone.

 

Riteniamo in questa fase di volere prospettare a codesta Amministrazione le seguenti idee e proposte da attuarsi sin da subito, pronti ad aprire un dialogo su come migliorarle o su come ovviare ad eventuali motivi ostativi alla loro realizzazione, se ce ne fossero.

 

La stella polare che ci ha guidato nell’elaborazione di queste proposte è la centralità del cittadino, in quanto fruitore dello spazio urbano nonché in quanto soggetto economico e sociale.  Abbiamo, inoltre, voluto formulare proposte che fossero semplici da attuare e a costo trascurabile, perché pensiamo che non necessariamente le grandi idee debbano costare alla collettività, perché pensiamo che la collettività, con l’impegno di ciascuno, può trovare in se stessa ogni risorsa necessaria.

Per ogni idea proposta siamo consapevoli che potrebbero esistere difficoltà pratiche, ma siamo parallelamente sicuri che esisterà sempre una soluzione, e una soluzione semplice, a qualsiasi difficoltà dovesse presentarsi.   Basterà di volta in volta trovare la giusta prospettiva e il giusto approccio al singolo problema, con fantasia, intelligenza, buona volontà.

 

Ecco, quindi, quali iniziative proponiamo alla sua attenzione affinché l’Amministrazione Comunale le valuti, le discuta con noi e con la società castelvetranese, le attui o le rigetti motivatamente.

 

Progetto “IoMangioSiculo”

Scopo dell’iniziativa

Si vuole diffondere nel Castelvetranese la consapevolezza che il nostro territorio offre un completo ventaglio di prodotti agricoli e agroalimentari di qualità mai inferiore a quelli importati da altre regioni.   Tali prodotti agricoli e agroalimentari subiscono la forte concorrenza delle produzioni esterne per via dei costi di produzione spesso legati alla concorrenza sleale di molti Paesi in via di sviluppo (sfruttamento della manodopera, assenza di normative per la tutela dell’ambiente) o per via del potere economico e mediatico (pubblicità, distribuzione nelle grandi catene alimentari) di molte industrie e agroindustrie settentrionali o estere.

In cosa consiste

Invitare la popolazione a comprare principalmente prodotti siciliani o meridionali e a controllare l’etichetta per verificare provenienza e qualità degli ingredienti utilizzati.

A mo’ di esempio, il cittadino/cliente dovrà rendersi conto che prima del panettone dell’industria settentrionale dovrà mettere sulla tavola natalizia il dolce locale, prima della mela trentina, l’arancia locale o comunque siciliana,  prima della bibita gassata settentrionale quello prodotta in Sicilia da aziende siciliane o, meglio, il buon bicchiere di vino locale o la spremuta di frutta fresca dei nostri contadini, prima dell’olio di semi e o dell’olio d’oliva delle marche nazionali quello d’oliva locale per qualsiasi uso.

Parallelamente il Comune, sentite le organizzazioni professionali e i tecnici agricoli, dovrà farsi portavoce di proposte legislative a livello regionale o comunitario atte a togliere o limitare i fattori che ostacolano il progresso delle nostre campagne.

Operativamente si dovranno organizzare campagne di sensibilizzazione presso scuole e punti vendita della piccola distribuzione, sessioni di assaggio e degustazione presso punti vendita, scuole e pubbliche piazze.

Destinatari

Giovani di Castelvetrano e loro famiglie

Soggetti attivi

Comune di Castelvetrano, sotto la direzione degli assessori comunali competenti con funzione di coordinamento e stimolo, Sezione Operativa Assistenza Tecnica dell’Assessorato Regionale Agricoltura e Foreste con funzione di fornitore di personale tecnico adeguato, scuole di ogni ordine e grado quali soggetti ove fisicamente viene erogata l’attività di formazione degli alunni e, tramite loro, dei genitori, aziende agricole e agroindustriali del territorio per la fornitura di prodotti per degustazione e personale addetto agli stand, gestori di punti vendita  della piccola distribuzione per la messa a disposizione di spazi per l’esposizione di materiale divulgativo ed eventuali sessioni di degustazione.

Beneficiari

Produttori agricoli, pasticcieri, operatori agroindustriali castelvetranesi e siciliani.

Costi e risorse necessarie

L’operazione è a costo trascurabile per l’Amministrazione Comunale ma richiede un sacrificio in termini di tempo e adeguate capacità organizzative da parte degli assessori comunali competenti.

Tempi ed epoca di realizzazione

L’iniziativa può mettersi in pratica da subito e può essere proseguita nel tempo senza termine. Ottime circostanze per campagne di sensibilizzazione sono rappresentate dalle festività natalizie e pasquali, occasione di consumo familiare di ingenti quantità di produzioni agricole e agroindustriali soprattutto, purtroppo, importate da fuori regione e segnatamente dal settentrione d’Italia (panettoni, pandori, colombe, zamponi, mele, pere, frutta secca, cioccolata, merendine, caramelle e dolciumi industriali eccetera)

Nota importante

L’iniziativa proposta può segnare l’inizio di una rivoluzione culturale che porterebbe ad una presa di consapevolezza generale, non necessariamente limitata al solo contesto castelvetranese, del valore intrinseco delle nostre risorse e dell’importanza della scelta quotidiana su cosa e come comprare nell’influenzare il buon andamento dell’economia regionale.