ciclone venereUltime ore di clima mite, due perturbazioni raggiungeranno l’Italia nel fine settimana. Da domenica sera il mediterraneo verrà sconvolto da Venere, un ciclone che si formerà rapidamente e che colpirà duramente il centro-sud per molti giorni, anche con un calo termico generale notevole”.

Questa la previsione del direttore del portale ilmeteo.it, Antonio Sanò, che avverte: il clima è ancora mite con oltre 20°c al centro-sud, mentre al nord e sulle regioni tirreniche aumentano le nubi. Le prime piogge si estendono dal nord-ovest verso gran parte del nord, prima deboli poi più forti sulla Liguria verso la Lombardia”.

Sabato – prosegue Sanò – transiterà una veloce ma intensa perturbazione al centro-nord con la prima neve in calo a 1500m sulle alpi orientali, diretta poi verso sud entro domenic. Il guasto più importante – avverte l’esperto – si verificherà domenica pomeriggio quando venti impetuosi dal nord Europa valicheranno le Alpi e scenderanno prima dalla valle del Rodano e poi dalla bocca della bora, innescando il ciclone Venere nel cuore del mediterraneo.

Neve furiosa si abbatterà sui confini alpini, piogge e temporali colpiranno il centrosud e la Sicilia, i venti soffieranno a 100/h sulla Sardegna in particolare sulle bocche di Bonifacio. Dalla notte invece, informa il direttore del portale meteo – una bora impetuosissima a 80km/h soffierà sull’altro adriatico e la neve scenderà di quota 1000m sugli appennini.

“Lunedì e martedì – fa sapere l’esperto – Venere imperverserà al centro-sud, la neve cadrà a 1200m sugli appennini, mentre al nord e sulla Toscana farà più freddo al mattino, con gelate nelle valli a bassa quota e minime poco sopra allo Zero. L’inverno – avverte Sanò – è alle porte”.

fonte. Adnkronos