“L’Italia è ancora nella morsa della terza e ultima perturbazione figlia di ‘Maddalena’, il potente vortice ciclonico che sta imperversando sul mare del Nord, isole Britanniche e Scandinavia. Temporali sono in corso sia al nord, sulla Lombardia, sull’Emilia, diretti verso le Venezie, sia al centro e in tutte le regioni tirreniche, con un peggioramento ulteriore nel pomeriggio”.

Antonio Sanò, meteorologo de www.ilmeteo.it, avverte, però, che “da domani tornerà il sole quasi ovunque e le temperature saliranno portandosi vicine alla norma, seppur ancora al di sotto”.

Domenica qualche acquazzone rovinerà il tempo delle Venezie e in parte delle regioni centrali, soprattutto il Lazio, ma saranno fenomeni poco intensi e seguiti da tiepide schiarite – prosegue Sanò – martedì vedrà l’arrivo di una nuova perturbazione molto veloce, ma molto intensa e ‘grandinigena’, ovvero generatrice di grandine, che colpirà prima il nord-ovest e poi tutto il centro-nord e la Sardegna. Il 25 aprile sarà salvo, perché giungerà Hannibal, l’anticiclone africano. Mentre è prassi assegnare nomi femminili ai cicloni, è usanza assegnare nomi maschili agli anticicloni – precisa il meteorologo – Hannibal spingerà aria calda dall’Africa prima verso la Sardegna e poi verso Sicilia, meridione e, infine, tutte le regioni, e ci accompagnerà fino al primo maggio, in un assaggio d’estate, con temperature sopra la norma di ben 10 gradi e fino a 15 gradi oltre ai valori degli ultimi giorni”.

Domani venti da ovest, tempo migliore e più sole – informa Sanò – piogge ancora sul Friuli Venezia Giulia, Triestino, alta Toscana, sud Campania, Cilento e Calabria Tirrenica. Nel pomeriggio rovesci e temporali sulle Alpi, sia quelle occidentali, che sulle prealpi venete e friulane, e la sera peggiora su tutte le Alpi per una nuova perturbazione in arrivo. Temporali nella notte sulle Alpi e piogge su alta Toscana e poi sul Lazio e Roma compresa”.

Domenica nuova veloce perturbazione – prosegue il meteorologo de ilmeteo.it – con venti da ovest, rovesci su alto Veneto e Friuli Venezia Giulia, veloci rovesci al centro, Roma, Lazio, Umbria, Appennino centrale e nord Campania, sole altrove e mite. Piovaschi nel pomeriggio sulle Venezie, zone interne del centro, nord casertano, ovest Sicilia. Sole e mite altrove”.

Lunedì il tempo sarà ancora instabile – riferisce Sanò – temporali ancora su Lombardia e Venezie, e dalla Sardegna e mar Tirreno in arrivo sul Lazio, Roma, anche forti. Altre piogge su Calabria, poi Campania e resto del sud. Tempo migliore altrove. Nel pomeriggio diffusi rovesci su Venezie, Lombardia, al centro, Campania, Lucania, Puglia e sull’est Sardegna. In serata nuova forte perturbazione in arrivo sulle Alpi occidentali con violenti temporali e neve a 1. 200 metri”.

Martedì violenta e grandinigena (generatrice di grandine) perturbazione temporalesca in arrivo al nordovest, Alpi, prealpi, diretta verso l’Emilia, il Veneto, il Trentino, tutte le Alpi e poi resto del nordest e Toscana – prosegue Sanò – Peggiora nel pomeriggio sul resto del nordest, tutto il centro, specie la Toscana e anche sulla Sardegna, e temporali violenti verso il Lazio la sera, con temporali anche a Roma verso le 21. Sole e caldo con oltre 22 gradi tutto il giorno al sud, caldo con 25 gradi in Sicilia e Calabria”.

Mercoledì tempo migliore e più caldo ovunque, oltre 22 gradi, punte di 24 gradi su Puglia e Sicilia – afferma il meteorologo – Ultime piogge su Friuli Venezia Giulia nelle prime ore, piogge ancora sulla Calabria Tirrenica, piovaschi su est Alpi nel pomeriggio. Negli ultimi due giorni della settimana e nel prossimo weekend, ondata di caldo anomalo – conclude Sanò – 30 gradi sulla Sardegna, 25-27 gradi quasi ovunque”