sonia alfano

Matteo Messina Denaro se sei uomo esci allo scoperto incontrati con me dove vuoi tu, altrimenti sei qua qua ra qua” lo ha detto senza indugi Sonia Alfano.

L’Europarlamentare, nel corso della conferenza tenutasi al Liceo classico “Pantaleo” di Castelvetrano, martedi 17 dicembre, ha usato parole pesanti come macigni, nei confronti del boss di Castelvetrano. In modo determinato, ha sferrato un duro attacco alla “primula” castelvetranese.

Davanti ad una affollatissima assemblea di giovani liceali, Sonia Alfano, figlia del giornalista Beppe Alfano, barbaramente ucciso dalla mafia messinese nel 1993, ha parlato per oltre un ora di mafia e della barbarie mafiosa che ha portato tanti lutti in Sicilia.

Ha ricordato la triste storia di Graziella Campagna, uccisa a soli 17 anni dalla mafia nel 1985, rea solo di aver trovato un documento nel taschino di una giacca che stava pulendo, presso la lavanderia in cui lavorava. Quel capo d’abbigliamento apparteneva a Gerlando Alberti junior. Sonia Alfano, in modo incantevole, ha poi raccontato la sua storia di figlia e di orfana. Di figlia che ha visto suo padre morto, crivellato di colpi. Una minuziosa descrizione che ha gelato tutti i presenti. ”

L’Europarlamentare ha poi ricordato il film ”Il giorno della Civetta” ispirato dall’omonimo libro di Leonardo Sciascia. Il film prodotto negli anni 70 ,racconta degli intrecci della mafia con la politica e del suo agire violento . In quel film ,viene fuori la famosa classifica fatta dal mafioso protagonista, che viene arrestato da un abile capitano dei Carabinieri e conosciuta meglio come “Uomini, mezzi uomini, uominicchi, ruffiani e qua qua ra qua” Il mafioso del romanzo di Sciascia, la pronuncia rivolgendosi al capitano che lo arresta dicendo:” Lei è un uomo”. Erano altri tempi.

I mafiosi venivano considerati: “Uomini d’Onore” e adesso? Sonia Alfano oggi si è rivolto a Messina Denaro chiedendogli di mettere fine alla latitanza. Chiedendo un incontro,” dove vuole Lui e come vuole Lui” ha specificato. “Altrimenti- -ha poi aggiunto- ha paura si nasconde è solo un qua ra qua”.

Un attacco forte all’imprendibile boss, nella sua città e all’indomani dell’operazione “Eden” : poi, rivolgendosi ai ragazzi e alla gente presente, ha detto in modo chiaro” La mafia è solo violenza. La mafia toglie ogni speranza di crescita. La mafia vi toglie il futuro”Tantissimi gli attestati di stima ricevuti tra cui anche quelli del sindaco Felice Errante che ha pubblicamente ringraziato l’on. Alfano per essere stata a Castelvetrano.