emergenza ospedale

E’ durato oltre sette ore l’intervento chirurgico dei medici di Villa Sofia sulla giovane studentessa del Liceo scientifico “M. Cipolla” che ha tentato il suicidio gettandosi dalla finestra della sua classe.

I sanitari sono fiduciosi, anche se la prognosi rimane riservata. Diverse le fratture riportate dalla giovane dopo la caduta. A soli 16 anni, una ragazza della 3^ C del Liceo scientifico “Cipolla” sabato scorso, in momento di lucida freddezza ed eludendo il controllo del padre collaboratore presso lo stesso istituto, si è lasciata cadere dal secondo piano.

Doveva, come di consueto, aspettare il padre in auto per il rientro a Gibellina dopo la fine delle lezioni. Erano le 14.15 il genitore va in auto e non trova la figlia. Si preoccupa e comincia a cercarla. Sale in classe e trova l’amara sorpresa. Una sedia, la finestra aperta, la tremenda scena davanti ai suoi occhi.

Scattano i soccorsi. Il primo e’ il padre. la ragazza, finisce sulle reti di protezione di un cantiere prossimo alla scuola che ne attutisce la caduta. E’ lucida e si scusa per il gesto. Le ferite riportate sono tante. I medici dell’ ospedale di Castelvetrano, dispongono il trasferimento in elisoccorso. Ieri l’intervento. Salvo complicazioni ce la farà. Rimane da capire la motivazione di quanto accaduto.

Una ragazza secondo il preside Francesco Fiordaliso, tranquilla e con regolare andamento scolastico. Una ragazza apparentemente senza problemi. Invece, forse, c’era altro. Secondo alcune compagne di classe, la giovane avrebbe avuto una relazione sentimentale non condivisa dai genitori. Una condizione molto comune per tanti, ma che forse, nascondeva altre esigenze comunicative della ragazza.

La notizia scuote la comunita’ castelvetranese. Decise le parole a commento dell’episodio, del preside Fiordaliso: “Ciò che è accaduto – afferma Fiordaliso – ci lascia sgomenti, spesso ci preoccupiamo dell’istruzione e poco dell’educazione dei ragazzi. Dobbiamo abituarci a saperli ascoltare, nel loro sentire”

Filippo Siragusa
per Giornale di Sicilia