Il Tribunale Amministrativo Regionale ha respinto il ricorso che l’impresa Barresi Spa aveva intentato contro l’Amministrazione Comunale chiedendo un risarcimento di circa 3 milioni di euro.

I fatti risalgono al mese di luglio del 1998, con la presentazione, da parte dell’impresa Barresi, di un progetto con il metodo del project financing, per la concessione e la gestione degli impianti di pubblica illuminazione della città e delle borgate, per un importo di circa 68 miliardi delle vecchie lire.

Nel 2002 la Giunta Comunale, guidata da Pompeo, con apposita delibera rigettò la proposta della ditta Barresi, ritenendola di difficile concretizzazione. I responsabili dell’azienda decisero di rivolgersi al avv. Gaetano Armao, l’attuale assessore regionale, per presentare un ricorso al Tar di Palermo contro l’atto amministrativo.

Dopo un lungo iter processuale, seguito dagli avvocati dell’ufficio legale comunale, nei giorni scorsi il Tar con sentenza n° 572/2012 ha definitivamente respinto le richieste della ditta, ivi compreso il risarcimento milionario, accogliendo le ragioni del Comune, che era difeso dall’Avvocato Francesco Vasile.