Il boss latitante Matteo Messina Denaro, capo indiscusso di Cosa nostra, lo scorso maggio avrebbe assistito alla partita Palermo-Sampdoria, comodamente seduto sugli spalti dello stadio Renzo Barbera.

Secondo quanto scrive oggi il quotidiano ‘La Repubblica’ il boss di Castelvetrano era in citta’ per partecipare a un summit di mafia, durante il quale si sarebbe parlato delle nuove strategie di Cosa nostra. A raccontare il retroscena ai carabinieri del Ros sarebbe stata la stessa fonte che ha lanciato l’allarme sul pericolo di nuovi attentati a Palermo contro la Squadra mobile e il Palazzo di giustizia.


Durante l’incontro allo stadio si sarebbe parlato proprio del ritorno alla strategia delle bombe, un’ipotesi a cui Messina Denaro si sarebbe detto contrario. Ma davanti ai ‘no’ del superlatitante i boss palermitani emergenti avrebbe replicato: ‘Dovremmo fare due attentati in ogni provincia’.

Le indicazioni raccolte in carcere sono adesso al vaglio dei magistrati della Direzione distrettuale antimafia e del procuratore aggiunto, Antonio Ingroia, che dovranno valutare l’attendibilita’ della fonte e cercare riscontri al racconto.

(Adnkronos)