La spiaggia sotto l’acropoli è sporca. A segnalare l’abbandono di rifiuti ingombranti e di altre sporcizie alcuni vacanzieri che, nei giorni scorsi hanno ritenuto più gradevole fare il bagno nella spiaggia libera della zona detta in gergo di “calannino”.

Nel bellissimo tratto di spiaggia prossimo alla zona del porto antico di Selinunte si trova di tutto: dalle pedane a blocchi di tufo ,alle sbarre di materiale ferroso e plastico. Tutto materiale che, verosimilmente è rimasto li, dalle tradizionali scene dei falò di ferragosto. Un vezzo che purtroppo, rimane difficile da togliere. Ancora ci sarebbero le rimanenze della legna bruciata. Sono passate diverse settimane e quel che rimane dai bagordi di ferragosto è ancora sulla spiaggia.

rigiuti selinunte 1

Anche i cestini, lamentato i vacanzieri non si trovano più. Probabilmente saranno stati usati per altri scopi. Sul punto, non si fa attendere la risposta del comune. Il vice sindaco Marco Campagna afferma:«Il servizio di pulizia delle spiagge è attivo fino al 15 settembre. Probabilmente la zona segnalata è difficile raggiungere con i mezzi disponibili. In ogni caso se esiste una criticità e viene segnalata interveniamo subito».

La zona di spiaggia in questione si trova tra gli ingressi gestiti dalla Forestale e dal Parco Archeologico. Il servizio , attualmente, è gestito dalla ditta “Edilambiente”. Anche gli operatori auspicano che si intervenga presto. Giuseppe Galfano titolare di un esercizio commerciale della zona sottolinea che «fino a tutto ottobre molti turisti frequentano le spiagge e sarebbe opportuno tenerle in ordine anche nel periodo settembre e ottobre». Il servizio affidato dal comune dovrebbe concludersi il prossimo 15 settembre.

rigiuti selinunte 2

rigiuti selinunte 5

rigiuti selinunte 4

rigiuti selinunte 3
di Filippo Siragusa
per GdS