[Comunicato Stampa – Capitaneria di Porto] Nel corso dei quotidiani controlli svolti in questo periodo dell’anno lungo il litorale di giurisdizione, i militari della locale Capitaneria di porto hanno proceduto a deferire alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Marsala un imprenditore di Campobello di Mazara che in località Torretta Granitola gestiva un ristorante senza le prescritte autorizzazioni demaniali.

In particolare, a seguito della segnalazione da parte del proprietario del locale, è stato accertato che nessuna pratica di affidamento temporaneo era stata presentata al competente Ufficio Demanio della Regione Siciliana, rendendo di fatto irregolare l’esercizio del ristorante da parte di un soggetto diverso dal titolare effettivo della concessione. Per tali motivi, d’intesa con il Comando di Polizia Municipale di Campobello di Mazara intervenuto congiuntamente con proprio personale, è stato disposto il sequestro del locale, per la parte ricadente sul demanio marittimo.

Nuovo controllo e nuova denuncia per il medesimo titolare di un noto stabilimento balneare di Castelvetrano che in località Selinunte era già stato deferito la scorsa settimana per aver occupato la spiaggia libera con numerosi ombrelloni e lettini, in aggiunta a quelli previsti dalla propria concessione demaniale. Questa volta, tuttavia, oltre alla violazione delle norme del codice delle Navigazione, il titolare è stato denunciato per aver violato gli obblighi di custodia di cose sottoposte a sequestro, in quanto sorpreso ad utilizzare per l’occasione gli stessi ombrelloni ed i lettini oggetto del precedente sequestro, regolarmente convalidato dall’Autorità Giudiziaria.

L’intera area abusivamente occupata è stata sottoposta a sequestro per evitare che la libera disponibilità della stessa e dei beni ivi rinvenuti consentisse la reiterazione dei reati in questione.

Comunicato Stampa
Capitaneria di Porto Mazara del Vallo