Il sito www.portaleacque.it, elaborato dal Ministero della Salute, fornisce in tempo reale informazioni aggiornate sulla qualità delle acque, con tutti i dati provenienti dalle Arpa regionali sui parametri microbiologici, foto e mappe satellitari, ma anche spazi ad hoc per le segnalazioni dei cittadini.

Obiettivo dell’iniziativa, realizzata in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, le Regioni, le Province autonome e le Agenzie regionali per l’ambiente (ARPA), è fornire ai cittadini informazioni corrette, tempestive e facilmente fruibili sul tema. Ecco i dati che si riferiscono al litorale di Marinella di Selinunte e Triscina di Selinunte. L’ultimo prelievo risale allo scorso 3 luglio. Non è indicata alcuna criticità lungo tutto il litorale delle frazioni di Marinella di Selinunte e Triscina di Selinunte.

Nello specifico del territorio della Provincia di Trapani, i prelievi vengono effettuati dai tecnici della prevenzione dell’Azienda Sanitaria Provinciale e gli esami vengono effettuati dal laboratorio di sanità pubblica della stessa ASP con sede a Casa Santa, Erice.

mare selinunte balneabile

Come si può notare dal seguente diagramma, i valori riscontrati presso nelle acque della meravigliosa spiaggia del Lido Pineta di Selinunte, nei pressi della Riserva Naturale della foce del fiume Belice, risultano abbondantemente sotto i limiti limite dei parametri microbiologici (linee tratteggiate). Il superamento di tali limiti determina il divieto di balneazione.

lido pineta selinunte

visita il sito www.portaleacque.salute.gov.it

L’utente può conoscere la balneabilità delle singole aree, gli eventuali divieti e consultare tutte le ulteriori informazioni ambientali riferite all’area (come classificazione, profili di costa, criticità specifiche).

I dati dell’ARPA potrebbero sembrare in contrasto con quelli forniti lo scorso mese da Legambiente nell’ambito del progetto Goletta Verde (qui l’articolo) che si occupa di monitorare i dati nelle coste di tutta Italia e che indicava un mare “fortemente inquinato” nei pressi del depuratore e “inquinato” nei pressi della foce del fiume Modione ma bisogna considerare che dette aree sono da considerare comunque interdette alla balneazione. Il portaleacque del Ministero indica quindi solo lo stato delle acque dove è consentita la balneazione.

Nello specifico, il divieto di balneazione nel territorio di Castelvetrano è per legge vietato per tratti di 400m nei seguenti punti (come già segnalato in un altro articolo, clicca qui):
– Fiume Belice, in c.da Belice di Mare
– Condotta di allontanamento acque reflue, dell’impianto di depurazione di Marinella
– Fiume Modione, c.da Gaggera

divieto balneazione selinunte