shoppingAl termine di una lunga ed articolata riunione, il sindaco Gianni Pompeo ha deliberato di aumentare il numero delle aperture domenicali facoltative per gli esercenti del centro storico e dell’area commerciale di contrada Strasatto.

Nei giorni scorsi il primo cittadino aveva incontrato i rappresentanti delle organizzazioni di categoria, ed i sindacati per discutere dell’eventuale aumento del numero delle aperture domenicali. L’iniziativa nasceva dalla consapevolezza dalle mutate esigenze degli operatori commerciali, che a più riprese avevano chiesto di avere qualche giornata domenicale in più, per poter rimanere aperti ed aumentare le possibilità di vendita.
E cosi stamane alla presenza del sindaco è stata convocata una tavola rotonda con l’assessore e il dirigente alla polizia municipale, rispettivamente Francesco Saverio Calcara e Simone Marcello Caradonna. Alla riunione erano presenti Francesco Di Carlo per la Confesercenti, Nicola Egitto per la Confcommercio, Gaspare Giaramita per la CGIL e Vincenzo Armato per la Cisl e l’Adiconsum.

Quest’ultimo, sulla scorta di una possibile ricaduta occupazionale negativa e la perdita di posti di lavoro, si è schierato per una apertura totale per tutte le domeniche, mentre sia Confesercenti che Confcommercio hanno sposato la tesi proposta dall’amministrazione di raddoppiare l’attuale numero di aperture che prevede 1 apertura domenicale al mese, a cui vanno ad aggiungersi le tre domeniche di novembre con lo Shopping e Spizzico, e quelle dicembrine fino ai saldi di gennaio. Sulle due domeniche mensili si è raggiunta un intesa e si è stabilito che siano la prima e l’ultima domenica di ogni mese, a cui si aggiungono le atre iniziative precedentemente citate per un totale per il 2008 di 27 domeniche.

Si è stabilito altresì che le domeniche, i negozi del centro aprano alle ore 16 e che possano prolungare l’orario di apertura oltre le 20.00, mentre per i negozi dell’area commerciale potranno osservare l’orario continuato e rimanere aperti per 12 ore. Il provvedimento di apertura, ed è questa la novità più importante, riguarderà anche i negozi di alimentari che, sempre in maniera facoltativa, potranno aprire la prima e l’ultima domenica del mese. Sarà poi istituito un bus navetta gratuito che, sempre nelle giornate domenicali, collegherà frequentemente il centro della città con l’area di contrada Strasatto. I presenti si sono detti soddisfatti delle decisioni assunte, ed anzi hanno anticipato che sono allo studio delle iniziative, condivise dai commercianti, per rendere sempre più appetibile la “passeggiata” tra i negozi.

Il sindaco ha così commentato: “ Siamo consapevoli che il nostro territorio sta vivendo una fase di crescita costante ed è nostra intenzione mettere a disposizione quegli strumenti che consentano un ulteriore crescita- afferma Pompeo- l’auspicio è che le maggiori possibilità lavorative portino un incremento sia retribuitivo che occupazionale e che non esistano condizioni di lavoro che non rispettino le norme contrattuali.”

Lettera dal gruppo MpA dello scorso 16 gennaio

Il sottoscritto Piero D’Angelo, nella qualità di Capogruppo Consiliare dell’ M.P.A. di Castelvetrano, intende specificare in merito alla problematica dell’apertura domenica delle attività commerciali quanto segue:

a) Occorre , principalmente, rispettare le leggi ed i regolamenti che normano la questione;

b) Occorre valutare (ma era necessario farlo in tempi non sospetti e comunque prima del rilascio di autorizzazione che si riferiscono al Centro Commerciale) e concertare con le associazioni di categorie, le associazioni sindacali e gli ordini professionali la problematica valutando anche la possibilità di effettuare un sondaggio a mezzo società di marketing;

c) A campione ho monitorato un’attività ubicata presso il centro commerciale ed ho verificato gli incassi in due settimane diverse, nelle quali non erano presenti festività di rilievo, ed il risultato è stato il seguente:

1) Prima settimana incasso complessivo €. 11.149,00

di cui incassi del Lunedì-martedì e mercoledì per €. 3.017,00 (27% del complessivo settimanale)

incassi sabato €. 2.125,00 (19% del complessivo settimanale)

incassi di DOMENICA €. 2.807,00 (25% del complessivo settimanale)

2) Seconda settimana incasso complessivo €. 14.317

di cui incassi del Lunedì-martedì e mercoledì per €. 3.916,00 (27% del complessivo settimanale)

incassi sabato €. 3.012,00 (21% del complessivo settimanale)
incassi di DOMENICA €. 3.607,00 (25% del complessivo settimanale)

E’ evidente che gli incassi della Domenica rappresentano il 25% dell’incasso complessivo ed è quasi uguale alla somma di tre giornate lavorative (Lunedì, Martedì e Mercoledì)
d) E’ giusto che la politica deve essere principalmente “rispetto delle regole”, ma se le regole sono obsolete è nostro compito modificarle e renderle compatibili con le realtà di oggi.

Il Gruppo che rappresento, nella sua interezza, esprime l’indirizzo di libertà di apertura delle attività commerciali per tutta la settimana, col rispetto della turnazione e del riposo settimanale dei dipendenti.

Piero D’Angelo
(Capogruppo Consiliare di Castelvetrano dell’ M.P.A.)