C’è grande attesa per l’evento di sabato 20 agosto che vedrà per la prima volta sfilare a Marinella di Selinunte un Corteo Storico in costumi d’epoca.

La manifestazione, voluta dal Centro Studi sugli Usi, Costumi e Tradizioni Medievali di Castelvetrano presieduto dal prof. Francesco Saverio Calcara, che da 14 anni organizza il Corteo Storico di Santa Rita, – in collaborazione con il Comune di Castelvetrano e la Parrocchia di Marinella di Selinunte – è inserita nel programma dei tradizionali festeggiamenti del Sacro Cuore di Maria in Marinella di Selinunte, il Corteo Storico Estivo, vedrà la partecipazione di un buon numero di figuranti rappresentanti la nobiltà castelvetranese ed i Tamburi Aragonesi diretti dal maestro Rosario Guzzo.

manifesto selinunteIl Corteo Storico partirà alle 21.30 dalla Chiesa di Marinella di Selinunte e si snoderà per il seguente itinerario: Via Megara Nisea, via degli Argonauti, via Caboto, P.le delle Metope, via della Cittadella, via Pigafetta, via Marco Polo, via Scalo di Bruca, Piazza Empedocle.

Arrivati in Piazza Empedocle, si svolgerà la Rievocazione Storica dello “Sbarco dei Captivi”, scritta e diretta dal direttore artico Anna Gelsomino, liberamente tratta dal libro “Turchi, torri e torrari : la difesa del litorale tra Mazara, Castelvetrano e Sciacca nei secc. XVI – XIX” del prof. Francesco Saverio Calcara). Al termine della rappresentazione, a sottolineare l’eccezionalità dell’evento, ed in previsione della grande affluenza di pubblico che affollerà la borgata, il Sindaco e l’Azienda Curaba di concerto con il Centro Studi hanno deciso di tributare un pensiero all’atleta castelvetranese Loreta Gulotta che si è messa particolarmente in luce ai Giochi Olimpici di Rio.

Il Corteo Storico riprenderà il suo cammino percorrendo le seguenti vie: via Scalo di Bruca, via Caboto, via Alceste, via Palinuro.

La manifestazione non avrà alcun onore per le casse comunali ma si è avvalsa elusivamente del volontariato e del sostegno di alcuni Sponsor privati di Marinella di Selinunte e Castelvetrano, che hanno accolto con entusiasmo l’originalità dell’iniziativa.