L’assessore allo sviluppo economico della città di Castelvetrano, Avv. Felice Errante, su delega del Sindaco Dr. Giovanni Pompeo, ha preso parte all’incontro che i responsabili della Cantina Sociale di Castelvetrano hanno tenuto con i buyer della società Gruppo 6 gdo, che gestisce svariati punti vendita della catena supermercati a marchio Despar ed il centro commerciale di Castelvetrano.

Alla base dell’incontro il protocollo d’intesa raggiunto per favorire la veicolazione dei prodotti vinicoli all’interno di una delle più importanti catene distributive siciliane. Il presidente della cantina, Gaspare Ancona, incassa così un altro importante successo dopo la recente missione commerciale in oriente, come spiega il vice-presidente Giovanni Gullo: “In pochi mesi di gestione abbiamo lanciato una serie di iniziative per favorire una distribuzione capillare dei nostri prodotti e la recente missione in Cina, che ha portato alla chiusura di un importante accordo con distributori locali, va ad aggiungersi a questa intesa con il gruppo 6 che siamo convinti porterà importanti benefici ed una buona distribuzione di utili per i nostri soci”.


Nel corso dell’incontro con i buyer del gruppo 6 gdo, Nino Marino e Silvestro Piazza, l’assessore Errante ha manifestato la sua soddisfazione per l’intesa raggiunta: “ Il compito di noi amministratori è quello di promuovere le tipicità del nostro territorio è quindi motivo di particolare gioia sapere che i prodotti del nostro comprensorio potranno godere di una distribuzione capillare- afferma Errante- i risultati ottenuti sono il giusto corollario ad un’opera di modernizzazione portata avanti dal nuovo consiglio d’amministrazione e siamo convinti che anche i nostri vini fra qualche anno potranno raggiungere le certificazioni di qualità che le olive e l’olio Nocellara del Belice hanno già raggiunto.”

Negli ultimi mesi, infatti, la cantina sociale, oltre ad una serie di linee di imbottigliamento ha lanciato con successo nei ristoranti e nei supermercati una botticella in legno ed una serie di botticelle colorate in plastica che, oltre ad essere la naturale evoluzione del bag-in-box, hanno riscosso consensi unanimi.