Bandiera ItalianaCiò che accade ogni giorno agli stranieri poveri in questo paese, che ancora osa definirsi culla della democrazia e del diritto con spudorata, consapevole, ipocrisia arrogante, che se non lo vedessimo con i nostri occhi non sarebbe neanche immaginabile, è vergognoso !!

Gli italiani trattano gli stranieri alla stregua dei raccoglitori di cotone negli stati uniti di quell’America della legge del klu klux klan! Anche oggi come allora gli stranieri vengono trattati come schiavi da sfruttare e buttare a mare quando non servono più; insultati, violentati, discriminati in tutto, costretti a sopravvivere come cani randagi in vere e proprie cloache al freddo e con la costante paura che un annoiato gruppo di figli di papà per bene di turno gli dia vigliaccamente fuoco nella notte, ogni giorno scopriamo nella “bella Italia”, di cui tanto vanno fieri all’estero i Montezemolo, i Draghi, gli eurodeputati italiani, gli Armani, le Pausini e i Bocelli, centinaia di ghetti costituiti da ruderi, monnezza antica, tetti in amianto e grovigli di scoperti fili elettrici tra pozzanghere d’acqua infettata, che perfino i cani randagi evitano, dentro centri storici e/o a ridosso di centri urbani in cui centinaia di famiglie straniere sopravvivono ammassati come vere e proprie bestie nell’incredibile indifferenza generale.

E esseri umani chiusi illegalmente in veri lager per mesi e anni, colpevoli di fuggire dalla miseria, dalla guerra, dalla paura di finire a fare il mercenario o sotto i colpi di un machete; condizioni provocate dagli esportatori di democrazie e croci, in paesi stuprati in mano a dittatori allevati nelle scuole del “Pentagono”, i cui interessi sono esclusivamente il garantire con ogni mezzo, alla Mafia dell’oligarchia globale, la rapina di : gas, petrolio, acqua, oro, diamanti, legno , e minerali utili per far funzionare le turbo capitaliste democrazie occidentali.

Mi vergogno nell’assistere impotente
ai continui stupri di gruppo ai danni di indifese straniere; mi vergogno di vedere le pietose condizioni di vita in cui sopravvivono donne , vecchi e bambini nei ghetti cloacali della bella Italia cristiana; mi vergogno di vedere file sterminate, nelle freddi notti, di esseri umani con i figli al seguito davanti alle caserme di polizia per chiedere il permesso di soggiorno per mesi e anni invano; mi vergogno delle piazze colme di esseri umani fin dalle prime ore dell’alba costretti ad offrirsi e a farsi selezionare come schiavi per fare arricchire, in nero, l’onesto popolo italiano; mi vergogno per gli assassini barbari di questi poveri esseri umani che chiedono solo di lavorare in pace; mi vergogno per i pestaggi che subiscono per mano di chi è pagato a far rispettare la legalità; mi vergogno per ciò che vomitano i padani, i centristi, la destra e la sinistra della politica italiana; mi vergogno della ipocrita commedia caritatevole del Vatikano che sulla tragedia di questa povera gente vi compie uno sciaccallaggio immane; mi vergognavo di essere italiano ed europeo, Ma sono arrivato al punto che oggi mi vergogno di essere “bianco” !

E di fare anche mia la lettera di fuoco di Dacia Valent, ex parlamentare europea, ex poliziotta di origini Somale, contro gli “italiani di merda e gli italiani bastardi”, che lessi sui “Rinascita” nell’ottobre del 2008 e che , allora, mi parve esagerata e in parte censurabile, che qui di seguito allego.
Con tutta la solidarietà possibile a tutti gli stranieri vittime , e non , e lo sdegno più infuocato contro gli italiani di merda !

Il siciliano negro-giallo-rosso
Peppe fontana