elena ferraro castelvetranoUn chiaro segnale intimidatorio ha colpito l’imprenditrice Elena Ferraro che gestisce una struttura a Castelvetrano.

Qualcuno si è intromesso all’interno dell’azienda ed ha reciso alcuni cavi della Tac. La polizia scientifica avrebbe accertato che si tratta di un intervento doloso e che i cavi sono stati recisi di netto.

Il Sindaco della città di Castelvetrano Selinunte, Avv. Felice Errante, appresa la notizia del danneggiamento, ha voluto manifestarle la solidarietà dell’intera comunità:

A nome mio e della comunità che mi onoro di rappresentare voglio rappresentarle tutta la mia vicinanza per il meschino atto subito – afferma Errante- nel condannare con fermezza questo inqualificabile gesto, quale sia la matrice che lo ha generato, auspico che gli inquirenti possano presto dare un volto agli autori del vile gesto.

Ad Elena Ferraro, che già nel passato ha dimostrato coraggio e capacità di saper tenere la schiena dritta davanti alle avversità, rinnovo la mia stima ed il mio sostegno- continua Errante- e sono certo di poter parlare a nome della stragrande maggioranza dei miei concittadini.


Anche l’onorevole Giovanni Lo Sciuto, appresa la notizia, oltre a condannare il vile gesto, esprime la propria solidarietà alla dottoressa Ferraro e auspica che, al più presto le Forze dell’Ordine possano assicurare alla giustizia gli esecutori del deprecabile atto intimidatorio.


Queste invece le parole di Monica Di Bella, segretario PD Castelvetrano e Marco Campagna, segretario PD federazione di Trapani

Appresa la notizia non possiamo che esprimere la nostra piena solidarietà alla imprenditrice Elena Ferraro alla quale esprimiamo la nostra vicinanza nella certezza che quanto accaduto non sarà motivo per fare passi indietro di fronte alla prepotenza della criminalità organizzata


Solidarietà Antonella Milazzo, parlamentare regionale del PD:

Esprimo la mia piena e affettuosa solidarietà all’amica Elena Ferraro per il vile atto intimidatorio subito

Purtroppo la nostra Provincia si conferma essere terra complicata, in cui la mala pianta della criminalità non è ancora stata completamente estirpata. Per questo diventa ancor più importante l’esempio di chi, con coraggio e determinazione, continua a lavorare per l’affermazione della legalità e deve essere perciò affiancato e supportato dalle Istituzioni e da tutte le forze sane della società