Sono stati sei gli interventi effettuati nel fine settimana a Piano Battaglia, in Sicilia, dai tecnici del Soccorso alpino e speleologico siciliano in collaborazione con la Protezione civile della Città metropolitana di Palermo, i carabinieri e il Corpo forestale. Sia sabato che domenica la località, complici anche le abbondanti nevicate degli ultimi giorni, è stata presa d’assalto dai gitanti.

Tra le persone soccorse per malore durante gli interventi, anche D.F., uomo di 33 anni, di Castelvetrano.

E fra un intervento e l’altro c’è stato anche il tempo per salvare un cane che rischiava di morire. “Miele”, questo il nome del meticcio che da giorni vagava nella zona dei rifugi, probabilmente dopo essere stato abbandonato, è stato notato da un tecnico del Soccorso alpino: era disteso sulla neve dietro il rifugio “Lo Scoiattolo” in stato di ipotermia.

Il Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico opera a Piano Battaglia in virtù della convenzione siglata con la Città metropolitana di Palermo per l’attività di soccorso sanitario nel periodo di innevamento.

Fonte: ADNKRONOS